Non sempre i cibi ‘light’ aiutano a mantere la linea…

0
5

Mangio solo cibi “light”, con pochi grassi, poco o niente zucchero. Chissà quante volte abbiamo ascoltato questa frase dai culturi del corpo, convinti che questo genere di alimenti possa aiutare a dimagrire o, quantomeno, favorire la possibilità di mantenere il peso ideale o non ingrassare di più? Molti. Infatti, il mercato dei cibi light è in continua crescita. Solo che, secondo gli esperti, molti di questi prodotti non servono o, peggio, non sono diversi da quelli “normali”, ritenuti “grassi” o ricchi di calorie. E, spesso, ci si ritrova a ingerire la stessa quantità di Kj (o chilocalorie) che avviene con gli alimenti “grassi”.
Ad andare controtendenza sono gli scienziati australiani affermano come il consumo eccessivo di cibi light quali, per esempio, biscotti e yogurt “magri”, birra a basso tenore di carboidrati faccia in realtà gonfiare la pancia. In più, quando questi alimenti sono poveri in calorie, possono scatenare attacchi di fame già dopo soli 10 minuti dalla loro assunzione, con il risultato di mangiare di più.
I ricercatori australiani fanno notare che recenti studi suggeriscono come le persone che consumano grandi quantità di cibi light, in realtà non pesino meno di coloro che mangiano alimenti normali. Questo, può avvenire perché a seguito dell’ingestione di bevande soft (o light) il corpo non riscontra una fluttuazione dei livelli di glucosio; per cui l’organismo non invia i segnali di sazietà. La conseguenza è il ripetere l’assunzione, ovvero mangiare o bere di più perché questi cibi o bevande fanno aumentare la “voglia” e la sensazione di avere ancora fame.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here