Multe fino a 500 euro per chi spreca l’acqua: l’ordinanza del sindaco Festa

0
1100

Limitazioni all’uso dell’acqua su tutto il territorio di Avellino.

L’ordinanza del sindaco Gianluca Festa specifica che, considerata la carenza idrica che si manifesta endemicamente in corrispondenza dei periodi estivi e la nota con la quale Alto Calore Servizi S.p.A. ha invitato le amministrazioni comunali a emettere ordinanze tese all’uso razionale della risorsa idrica, al fine di evitarne sprechi o usi impropri invita la cittadinanza a un uso razionale e corretto dell’acqua, al fine di evitare inutili sprechi.

Per questo fino a fine agosto vige il divieto di prelievo e consumo di acqua derivata dall’acquedotto pubblico per i seguenti usi: irrigazione ed annaffiatura di orti, giardini e prati, fatta eccezione per le aree verdi comunali e gli impianti sportivi comunali; Lavaggio di aree cortilizie e piazzali; Lavaggio privato di veicoli a motore; Riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino ad uso privato e per tutti gli usi diversi da quello alimentare domestico e per l’igiene personale.

L’inottemperanza al presente provvedimento sarà sanzionata nella misura compresa tra 25,00 e 500,00 Euro.