Movimento turismo del vino: nel weekend c’è “Cantine aperte”

0
1741

Da molti anni è l’appuntamento più atteso da milioni di appassionati dell’universo vino, uno di quelli da segnare in rosso sul calendario. E quest’anno la manifestazione “Cantine Aperte” celebra il suo trentennale. L’iniziativa si è ritagliato un posto importante nell’agenda degli amanti del buon vino, fino al punto di diventare un momento di incontro capace di muovere i fedelissimi verso le cantine degli associati del Movimento Turismo del Vino, la realtà che ha creato e sviluppato questo format di straordinario successo.

Le cantine campane, aderenti all’associazione Movimento Turismo del Vino, si preparano ad accogliere in sicurezza e con gli standard di ospitalità più elevanti, gruppi di visitatori italiani e stranieri. Il format di Cantine Aperte in questi anni si è evoluto, contribuendo con un decalogo del visitatore al rispetto per l’ambiente, la riscoperta dei territori e delle tradizioni, l’empatia e il coinvolgimento.

Tutti valori che Cantine Aperte condivide anche con Vigneti Aperti, il nuovo evento targato MTV, che dura fino a novembre: un’iniziativa fortemente voluta dagli associati e capace di infinite opportunità di scoperta a chi ama il vino e gli spazi aperti. Dai picnic tra le vigne ai pranzi tra i filari, dal contatto diretto con la natura alla possibilità di vivere delle esperienze assolutamente intriganti. Un nuovo corso che dopo averci per anni portato in cantina, ci porta ora direttamente in vigna per conoscere il luogo dove cresce la vite e nasce il vino.

“L’associazione Movimento Turismo del Vino in Campania è in forte crescita – dichiara la Presidente MariaPaola Sorrentino – perché è aumentata la consapevolezza che l’ospitalità in cantina è un’attività essenziale. Tante le realtà in tutta la regione che negli ultimi tempi hanno voluto aderire all’Associazione e quindi alle sue iniziative, come Cantine Aperte e Calici Sotto le Stelle, fiduciose della garanzia di qualità enoturistica e collaborazione sul territorio, di cui il Movimento è portabandiera.”

La visita in vigna e in cantina come autentiche esperienze formative ed emozionali: questo è il plus offerto dal Movimento Turismo del Vino e dai suoi associati, con la garanzia di standard disicurezza ed etica. Non resta quindi che visitare la nuova vetrina dell’associazione, www.movimentoturiemovinolive.it, e scoprire come ogni regione e ogni cantina organizzerà le proprie iniziative legate a “Cantine Aperte” e a “Vigneti Aperti”.
Un modo per restare sempre aggiornati su quanto il Movimento propone e scegliere il proprio itinerario di viaggio.

Ecco le cantine aderenti in Campania:

BENEVENTO:
Cantina di Solopaca – 27 e 28 maggio
La Guardiense – 28 maggio
Simone Giacomo – 28 maggio
Monserrato 1973 – 28 maggio

AVELLINO:
Cantina Petrillo – 27 e 28 maggio
Cantina dei Monaci – 28 maggio
Tenuta Cavalier Pepe – 27 e 28 maggio
Cantine di Marzo – 28 maggio
Cantina San Paolo – 27 maggio
I Favati – 28 maggio
Feudi di San Gregorio – 27 maggio
Aminea Winery – 28 maggio

NAPOLI:
Sorrentino – 27 e 28 maggio
Bosco de’ Medici – 27 e 28 maggio

SALERNO:
Tenuta Mainardi – 27 e 28 maggio

CASERTA:
Porto di Mola – 27 maggio

MOVIMENTO TURISMO DEL VINO. L’Associazione Movimento Turismo del Vino è un ente non profit ed annovera oltre 800 fra le più prestigiose cantine d’Italia, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell’accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l’attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall’altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell’ambiente e dell’agricoltura di qualità.

Partner istituzionali: Vinitaly, AEE Asociacion, Associação Portuguesa de Enoturismo, Enit, FINE Wine Tourism Expo.