Moschella: “Non condivido scelte su Tasse della Giunta”

0
9

“In un contesto di sì grave congiuntura economica TASI, TARI, IMU, IUC, sono gli acronimi più discussi al momento ma nel contempo i più odiati vista la scadenza fissata per lo scorso 16 giugno. Personalmente ritengo che l’evasione fiscale vada combattuta con interventi mirati ed efficaci, ma allo stesso tempo è doveroso operare un attento distinguo tra chi evade con mero intento fraudolento “consilium fraudis” e chi evade per “sopravvivenza”. A tal proposito, visto che è stata approvata una fascia di esenzione dalla TARI (tassa sui rifiuti) per soggetti con un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) pari a zero, l’amministrazione poteva  a mio avviso – renderla nota con un’affissione più attenta ed incisiva, anche sui vari quartieri, dato che molti utenti ne sono stati esclusi proprio per la mancata conoscenza del termine perentorio fissato per lo scorso 20 maggio. L’amministrazione Spagnuolo impegolata in crisi amministrative, probabili ed eventuali rimpasti, interpartitici, tenta di rimettere a posto i conti con dure politiche di austerità come farebbe un qualsiasi commissario prefettizio applicando cinicamente le aliquote maggiori. Non condivido questa ricetta messa in campo dalla maggioranza che in fase di risanamento dovrebbe bensì ridurre la spesa pubblica. Già Francesco De Sanctis, nel suo programma elettorale del 1865 affermava che il rilancio dell’economia passa inevitabilmente per la riduzione della pressione fiscale: “Io non posso partecipare alle illusioni di quelli che promettono il pareggio con l’aumento delle imposte; perché le imposte hanno un limite nella possibilità de’ contribuenti, e quando il limite è oltrepassato non si colpisce più la rendita, si attacca il capitale e si arresta la produzione”.  E’ lanota di Vincenzo Moschella – Consigliere Comunale Forza Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here