Morte Modestino Forte, la nota del garante dei detenuti Ciambriello

0
3309

“Modestino Forte, 57 anni prima detenuto ad Avellino e poi trasferito a Catanzaro, è morto per un cancro ai polmoni al quarto stadio. Il medico del Tribunale lo ritiene compatibile con il regime carcerario. Solo venerdì 12 gennaio a Modestino Forte gli sono concessi gli arresti ospedalieri. Il detenuto era già in coma farmacologico, tre giorni prima avevano rigettato i domiciliari. Il diritto alla salute e alla vita prevale sempre. Il carcere è uno spazio fuori dal mondo, un tempo fuori dal mondo, un istituto patogeno. Un calvario. Chiedo giustizia e verità”.

Così il garante campano delle persone private della libertà personale Samuele Ciambriello sulla morte di Forte.