Moretti: “Contento per il goal, ma quello che conta è il risultato”

0
40

E’ il salvatore della patria. Colui che nei momenti difficili, pesca la carta vincente. Terza rete stagionale e quarto punto conquistato dai biancoverdi grazie ad una sua segnatura. Il terzino goleador, dopo le otto reti della passata stagione, ha tutta l’intenzione di ripetersi. Quando, lì davanti si stenta…lui toglie le castagne dal fuoco. Con il lituano Danilevicius, il ‘Roberto Carlos’ del Partenio è il miglior marcatore della truppa irpina: “Sono contento per il goal, perché non meritavamo la sconfitta. Fino a quando abbiamo giocato in undici la squadra ha espresso un buon gioco, poi l’espulsione di Leon ci ha un pò penalizzati”. Felice per la rete? “A parte la contentezza personale per la rete siglata, la cosa che conta più di tutte è di essere riusciti ad ottenere il pareggio. Un risultato che ha voluto la squadra. Nell’intervallo ci siamo parlati e siamo rientrati in campo con la consapevolezza di riuscire a riprendere la gara”.
La squadra purtroppo, in attacco è poco pungente. Spesso devi essere tu a salvare la barca: “Faccio parte di un gruppo e segnando non credo di fare male”. Il numero tre biancoverde difende i compagni d’attacco: “Ritengo che abbiamo delle ottime punte e che al più presto dimostreranno il loro valore”.
Sulla sua condizione fisica l’esterno difensivo della formazione di Colomba è chiaro: “Già contro la Cremonese dissi che Moretti non era al top della condizione. Vengo da un infortunio abbastanza fastidioso, che mi ha tenuto lontano dai campi diverse settimane. Ma partita dopo partita, sto ritrovando la condizione migliore”.
Sul pareggio, Moretti è chiaro: “Per come si era messo l’incontro credo che più che un pareggio sia stata una vittoria. Non era facile recuperare una partita contro un Rimini che ha tenuto ottimamente il campo”.
Sull’espulsione di Leon afferma: “Dobbiamo cercare di migliorare gli errori perché non sarà sempre possibile regalare un uomo agli avversari e poi riuscire a recuperare. Il mister, ha ragione quando dice che nel secondo tempo la squadra ha avuto la reazione che si aspettava. Pur in inferiorità numerica nella ripresa abbiamo dimostrato di avere la giusta cattiveria agonistica”.
Nel finale la squadra ha però rischiato?
“Direi che c’era anche un pochino di stanchezza… con uno in meno e con un Rimini che faceva girare bene palla era difficile riuscire a reggere fino alla fine. Abbiamo fatto in modo che ci attaccassero, per ripartire in contropiede”.
Deluso per il risultato il tecnico della formazione ospite, Acori: “Una vittoria mancata. Soprattutto, perché abbiamo creato tantissimo. Siamo stati un pò ingenui anche se è stato bravissimo Moretti. Non era una sorpresa per noi. E’ stato molto bravo in quell’occasione a tirarsi ancora più indietro per sottrarsi un pò alla marcatura e ha fatto partire quel tiro eccezionale. Però abbiamo creato tanto e potevamo sfruttare ancora meglio la superiorità numerica”. (di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here