Morero, assalto alla C: “Cattivi a Latina ma è assurdo con pochi tifosi”

Morero, assalto alla C: “Cattivi a Latina ma è assurdo con pochi tifosi”

30 Aprile 2019

di Claudio De Vito – L’Avellino è tornato ad allenarsi questo pomeriggio proiettandosi con mente e corpo alla trasferta di Latina. Sarà in palio la C o, in alternativa, lo spareggio tra capolista al “Francioni” dove ad attendere i biancoverdi ci sarà un ambiente piuttosto caldo.

“Ma noi dobbiamo pensare soltanto al campo” ha commentato Santiago Morero, condottiero di un gruppo col morale al mille dopo aver agguantato il Lanusei. “L’ambiente non ci preoccupa – ha rimarcato il capitano biancoverde – sono cose che accadono al di fuori del rettangolo di gioco, in campo invece si va in undici contro undici. Speriamo vada tutto bene e che non ci siano problemi per i nostri tifosi. Dispiace che i posti per loro saranno limitati. E’ assurdo perché andiamo a giocare in uno stadio che ha fatto la B. Chi ha deciso tutto ciò non capisce tanto di calcio a mio avviso”.

Dal contorno alla contesa. “Dovremo essere cattivi e concentrati – ha affermato Morero – non dobbiamo avere pressione, anzi viviamo tranquillamente questa gara. Il gruppo ha acquisito consapevolezza. E’ da due mesi che affrontiamo partite da ultima spiaggia, ogni domenica è stata una finale. Per questo motivo sarà una partita uguale alle altre”.

Ma l’Avellino la preparerà diversamente perché anticiperà la partenza di ventiquattro ore rispetto al consueto programma da esterno. I lupi infatti saranno in ritiro già venerdì sera in modo da sostenere la rifinitura di sabato su un campo in erba naturale. Oggi la ripresa a porte porte che si chiuderanno invece a partire da domani per trovare la giusta concentrazione in vista del match che vale un’intera stagione.