Montoro Inf. – In campo per il recupero del castello longobardo

0
3

Montoro Inferiore – L’amministrazione comunale e la locale Pro Loco sono al capezzale del castello longobardo bisognoso di un recupero dopo il crollo, in parte, avvenuto nei giorni scorsi. Enzo Pecoraro, presidente della Pro Loco, ha richiamato l’attenzione circa la salvaguardia del patrimonio storico locale. “E’ un obiettivo dell’intera comunità – ha spiegato – conservare ai posteri ciò che ci è stato lasciato dai nostri avi. Abbiamo questa grande responsabilità ed è per questo che rivolgo al sindaco Carratù l’invito ad aprire un dialogo con l’associazione Pro Loco affinché possano essere messe in campo tutte le azioni utili alla messa in sicurezza del castello”. Pecoraro disdegna le grandi opere ma resta favorevole ad un intervento utile “…a conservare ciò che esiste del castello consentendo visite anche dall’interno”.
Dal canto suo il sindaco Salvatore Carratù ha subito reso noto di aver “…effettuato una serie di progettazioni che sono state sottoposte alla Regione. All’interno del progetto del Parco dell’Angelo abbiamo previsto un piano di riqualificazione del castello longobardo, della grotta, dell’eremo di San Cipriano e di tutti i luoghi di maggiore interesse storico ed architettonico”. Al momento l’amministrazione è intervenuta per l’incolumità dei passanti che si recano al santuario S. Pantaleone tramite una stradina passante vicino al castello e mira quindi alla sicurezza del bene storico, ossia il castello longobardo di cui restano molti ruderi del corpo centrale più due torri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here