Montemiletto, la Pro loco presenta il “Virtual Reality Tour nel 1419 – Si Qua Fata Sinant”

Montemiletto, la Pro loco presenta il “Virtual Reality Tour nel 1419 – Si Qua Fata Sinant”

31 Dicembre 2020

La Pro loco Mons Militum è lieta di comunicare e presentare, in questo anno segnato dalla pandemia di Coronavirus, il Virtual Reality Tour Montemiletto nel 1419 – Si Qua Fata Sinant. Il Progetto si profila come un’ulteriore possibilità e occasione di rivitalizzare e di valorizzare le bellezze storiche del borgo di Montemiletto e, in particolare, il Castello della Leonessa.

1419 – Si Qua Fata Sinant, rievocazione storica che ormai da 6 anni si svolge nel borgo Irpino, prende il nome dal motto della famiglia Tocco e, grazie all’impegno costante profuso negli anni è diventato oggi un appuntamento imperdibile per migliaia di persone.

Quest’anno, data l’emergenza che stiamo vivendo, l’evento non potrà essere realizzato nella sua forma originale ma è stata pensata dalla Pro loco un’alternativa altrettanto valida per far sì che né il flusso turistico ordinario né quello straordinario ed imponente della manifestazione abbia riduzioni. Nello specifico, appena sarà possibile si potrà visitare il borgo e rivivere i fasti del medioevo, in un ambiente ricostruito in 3d.

I visitatori prenotati tramite l’apposito portale oppure tramite la mail del Pro Loco (prolocomontemiletto@gmsil.com) od inviando un messaggio whats app al numero 3511033279, potranno vedersi catapultati realmente nella Montemiletto medievale, diventando protagonisti di un Virtual Reality Tour.

Il tutto sarà reso possibile indossando dei visori VR, forniti dagli organizzatori prima di entrare nelle mura attraverso la Porta della Terra. Si avrà la possibilità di osservare il borgo medievale (ricostruito 3d) e tutto ciò che ne concerne: dalle attività quotidiane negli spazi antistanti il Castello della Leonessa alla vita di corte all’interno del maniero prima con Andrea Caracciolo e, in seguito, con Algiasio de Tocco. Soprattutto i visitatori avranno la possibilità di vedere dal vivo una fase della battaglia ai piedi del Castello per la riconquista del feudo e i festeggiamenti della vittoria di Algiasio e del suo esercito.

Il progetto si profila come un’esperienza unica per chiunque abbia sempre voluto viaggiare nel tempo per toccare con mano la storia, anche negli scorci negativi di una cruda e sanguinosa battaglia.

L’altro aspetto importante sarà che il progetto non ha un tempo limitato di esecuzione, ma sarà usufruibile, previa prenotazione, tutto l’anno poiché integrato ai percorsi culturali che la Pro Loco ha già attivi e usufruibili, ora sospesi causa pandemia.

“Colgo l’occasione per ringraziare – commenta Garofalo della Pro Loco – tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione della Pro Loco per l’impegno profuso nel progettare e rendere applicabile al nostro classico modus operandi di percorso guidato nelle bellezze storiche architettoniche del nostro bel paese di una innovazione, immersiva al 100%. Ovviamente tutto ciò è stato possibile grazie al riconoscimento avuto dal MIBACT che per il 2° anno consecutivo premia “Si Qua Fata Sinant” con il 50° posto nell’elenco delle rievocazioni storiche d’Italia. Questo ci fa pensare che siamo sulla strada giusta ad amare il nostro borgo ed a riorganizzare ed adeguare le idee, non lasciandoci abbattere dalle difficoltà, soprattutto in questo anno segnato dalla Pandemia. Ringrazio anche – continua Garofalo – la società Panacea srl, società che si occupa di sviluppo software e digitalizzazione, specializzata nella creazione di ambienti 3d, che non solo ha praticamente realizzato l’opera ma ci ha letteralmente dovuto sopportare nelle continue richieste di modifiche ed adeguamenti che avanzavamo”.

Non resta che provare questo tuffo, letteralmente parlando, nella Montemiletto medievale accompagnati dalla Pro Loco.