Montella – Il sindaco Vestuto si dimette: “No alla bagarre”

0
7

Montella – Colpo di scena durante il consiglio comunale di questa sera a Montella: il sindaco Salvatore Vestuto, assente alla seduta, ha infatti fatto sapere di voler abbandonare la carica di primo cittadino.
“Non è per viltà ma per senso di responsabilità e per un profondo ed alto rispetto delle istituzioni e di questo consesso, che ho avuto l’onore di presiedere, che questa sera non sono presente in mezzo a voi e di questo vi chiedo sommessamente scusa”. Così ha esordito nel documento la fascia tricolore, che ha poi continuato: “Avrei voluto dire ai miei amici socialisti che la vendetta ti lascia vuoto così come la fama e la ricchezza. Avrei voluto spiegare loro, e non solo a loro, ma anche al mio amico Franco Chieffo, che a volte è meglio fare un passo indietro e restare uniti che uno in avanti e restare da soli.
Avrei voluto dire – ha aggiunto – che temo sempre lo stato di inerzia e non la discussione a cui si sono sottratti i miei amici socialisti, compagni di viaggio per quattro lunghi anni, titolari delle deleghe più importanti.
Avrei voluto dire al mio amico Franco Chieffo che ho scoperto, forse con molto ritardo, che quelli che nella vita ti appaiono solidali, quando stai bene, nel momento delle difficoltà ti abbandonano. Avrei voluto citare – ha incalzato – una famosa favola: quando il leone rimedia il calcio dell’asino prima di morire dice: mi sembra di morire due volte”.
Vestuto ha poi apostrofato la politica locale come “un palcoscenico di anime morti, tintillanti vacuità e tristi vanità”. Quindi la decisione: “Ho scelto questa sera la strada della politica e non della bagarre, del pettegolezzo o dello scontro verbale. Pertanto rimetto nelle mani del consiglio comunale le mie dimissioni da sindaco – ha evidenziato – convinto di aver fatto sempre quello che ho potuto nell’interesse della collettività”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here