Montella – Count down per il IV Convegno Nazionale sul Castagno

22 Settembre 2005

Montella – E’ uno dei simboli dell’Irpinia. In particolare di Montella. Uno dei frutti più pregiati da cui si ricavano ricette tipiche e apprezzate anche fuori dai confini provinciali. Sul piano locale numerosissime sono le manifestazioni che annualmente si svolgono su di esso, spesso abbinate a sagre paesane, che hanno luogo all’epoca di maturazione dei frutti. Ma non tutti sanno che il IV Convegno Nazionale sul Castagno, quest’anno, si terrà proprio nel centro altirpino. Si tratta di un summit a livello scientifico e tecnico il primo del quale si è svolto nel 1993 a Spoleto, unitamente a quello internazionale (il 1° della serie). Da allora, con cadenza quadriennale, viene riproposto il Convegno Nazionale che ha avuto luogo: nel 1997 a Cison di Valmarino (TV), nel 2001 a Marradi (FI). Nella provincia di Avellino, la castanicoltura è da sempre diffusa e curata, essenzialmente per la produzione del frutto, che è qui sottoposta ad ogni tipo di lavorazione, artigianale ed industriale. La “Castagna di Montella” è stata la prima DOC (ora IGP) applicata ad un prodotto vegetale. Anche questa quarta edizione del Convegno Nazionale, come le precedenti, si prefigge lo scopo di rendere noti i risultati scaturiti dalle ricerche in corso nel nostro Paese e da quelle attuate nei Paesi castanicoli di tutto il mondo, peraltro discusse lo scorso ottobre 2004 in Portogallo al “III International Chestnut Congress” della ISHS.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.