Monteforte cambia pelle: Gallo illustra i progetti del Comune

0
7

Monteforte cambia pelle. Entro il 2010 vedranno infatti la luce più di una decina di progetti, piccoli e grandi, che l’amministrazione comunale del sindaco Sergio Nappi sta traghettando a conclusione. A illustrare nel dettaglio quali saranno le novità per la cittadinanza il presidente del consiglio comunale Giuseppe Gallo: “Ormai siamo a buon punto, circa il 60%, con la realizzazione di parecchie importanti opere sul territorio. L’iter progettuale procede senza intoppi e siamo certi che entro il prossimo anno, rispettando così anche le scadenze sovraordinate, potremo consegnare alla città tutte le nuove strutture e i servizi che serviranno a migliorarne la vivibilità”. Il riferimento temporale è ai fondi Fas, dai quali Monteforte Irpino ha attinto per finanziare i lavori già a partire dal mandato 2002/2007 e inseriti nel più ampio ambito della cosiddetta ‘Città Metropolitana’ che racchiude oltre al popoloso centro anche il comune capoluogo, Mercogliano ed Atripalda. Spiega in tal senso Gallo: “Attraverso questa sorta di consorzio i cinque centri in questione sono riusciti ad avere i requisiti minimi per attingere al canale finanziario. La ripartizione economica ha destinato a Monteforte tre milioni e 200mila euro per i quali sono stati sfruttati, grazie ai ribassi delle gare d’appalto, due milioni e 700mila euro per le opere in oggetto”. E così, appurata la natura degli interventi, il presidente del parlamentino passa in rassegna le iniziative in fase di realizzazione. Ambiente, cultura, viabilità: questi in sintesi i fronti su cui ci si muove. Procedono infatti i lavori presso la località Molinelle per la nascita del Parco Fenestrelle che costeggerà il fiumiciattolo e permetterà una più ottimale salvaguardia del verde e della natura.
Sempre in località Molinelle poi è in corso di ultimazione un centro sociale che avrà il compito di offrire attività culturali e ricreative. E a proposito di centri sociali, sono a buon punto anche i lavori per la realizzazione di un nuovo plesso aggregativo, che sorgerà a ridosso della nuova casa comunale. Stretta finale anche per il restyling, invece, della vecchia sede municipale. La completanda ‘Casa della Cultura’, che sorgerà nel pieno centro del paese, ospiterà al piano terra la Pro Loco, al terzo piano un drappello dei carabinieri, ed al secondo piano la biblioteca comunale (in precedenza dislocata presso la scuola media Aurigemma). E proprio sul fronte scuola è ormai imminente l’apertura del nuovo plesso destinato ai bambini delle elementari, che sorgerà nei pressi della caserma dei Carabinieri di via Pia Santa Maria (anch’essa presto attivata). “La vecchia scuola ‘Capoluogo’ di piazza Umberto I – riferisce Gallo – farà invece spazio a parcheggi sotterranei e ad aree pubbliche destinate alla cittadinanza”. Infine la viabilità, con la realizzazione della rotatoria che verrà collocata proprio sulla strada Nazionale all’altezza del campo sportivo in un punto dove drenare il traffico diventa una fondamentale esigenza di sicurezza. In sintesi una vera e propria mini-rivoluzione dalla quale sembra scontato che la cittadina ne uscirà migliorata. E le novità non finiscono qui. “Nel frattempo non ci siamo certo fermati – conclude Gallo – Stiamo in attesa dell’approvazione di tanti altri progetti per un totale complessivo di oltre 30 milioni di euro. L’auspicio è che si possa davvero proseguire lungo questa strada nell’interesse della nostra Monteforte”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here