Missione sviluppo in Irpinia: patto tra imprese e politica

0
8
Patto per lrpinia

Marco Grasso – Imprenditori e politica: patto per lo sviluppo dell’Irpinia. Stamane confronto nella sede di Confindustria tra il direttivo imprenditoriale guidato dal presidente Giuseppe Bruno, la delegazione irpino-sannita di parlamentari e i consiglieri regionali Maurizio Petracca e Francesco Todisco con la presidente del consiglio regionale Rosetta D’Amelio.

Confindustria ha illustrato alla delegazione politica tutti i progetti e le iniziative in campo, fondamentali per l’economia irpina e al centro di un recente accordo con i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil. Un’informativa ampia e articolata che consentirà ora ai nuovi parlamentari, ma anche alla delegazione irpina a Palazzo Santa Lucia, di lavorare di concerto con le forze sociali della provincia per dare nuovo slancio all’economia locale.

Soddisfazione per l’esito dell’incontro destinato ad aprire una nuova fase di concertazione in Irpinia. Le parti si sono lasciate con l’obiettivo di istituzionalizzare l’appuntamento con dei confronti periodici e mirati sulle singole questioni.

Il confronto è stato concluso dall’intervento di Carlo Sibilia che ha sottolineato che “Irpinia e Sannio insieme valgono più di due miliardi euro di export per un bacino di 720 milioni di abitanti. Si parte da questi numeri per far restare qui gli oltre 4000 giovani tra i 20 e i 40 anni che oggi scelgono di andare via per sempre. Innovazione, turismo, formazione, infrastrutture utili e agroindustria delle eccellenze sono le parole chiave per lo sviluppo del futuro”. Mano tesa alle imprese. “Confindustria deve essere un alleato fondamentale per far sì che tutto questo avvenga nel rispetto dell’articolo 41 della Costituzione: il rapporto tra cittadini e imprese parte da qui”.