Mirabella – Sirignano: “Spero nel senso di responsabilità tra le parti”

0
47

Mirabella – Vincenzo Sirignano, sindaco di Mirabella Eclano, presidente del Cosmari Av 1 e uomo della Margherita, spiega la sua posizione di fronte alla crisi del centrosinistra irpino, mare diviso dai due scogli imponenti della Quercia e del Fiorellino, e racconta quelli che sono gli imminenti progetti in procinto di realizzazione nel suo comune.
D- Caso centrosinistra: il botta e risposta a distanza tra Ds e Margherita, l’incontro di ieri della De Simone con i capigruppo e forse oggi con gli assessori, autosospesi e non, di palazzo Caracciolo. Quale il suo parere in merito
R- Ognuno deve assumersi il peso delle proprie responsabilità. Degli atti compiuti. Per la Margherita non esiste alternativa al centrosinistra. Ma certe cose vanno chiarite e risolte: non possono restare nell’ombra.
D- Toni aspri: a 48 ore di distanza arriva da Tufo la dura replica a Taurasi. Pensa che lo strappo si possa ricucire?
R- Il futuro è nel trionfo del senso di responsabilità. Sono un uomo di parte, ma spero che a prevalere alla fine, sia da una parte che dall’altra, sia questo spiraglio di luce, questo forte condizionamento al senso di responsabilità.
D- Da politico impegnato a sindaco. Come procede la ripresa dal break estivo?
R- In realtà l’amministrazione comunale, a Mirabella, non si è mai fermata. Anzi, la vera ‘estate’ qui da noi si celebra a settembre con l’attesa festa del carro del 17, 18 e 19 agosto, che culminerà con il concerto di Massimo Ranieri. Intanto si attende la riapertura delle imprese per continuare i lavori in atto e la convocazione del Consiglio per l’approvazione degli equilibri di Bilancio.
D- A cosa puntano ora come ora i fari della macchina amministrativa?
R- Innanzitutto all’assegnazione della gara per il Pip intercomunale Mirabella Eclano-Bonito, di cui ieri è stata nominata la commissione. Si tratta infatti di un progetto importante attraverso cui potrà trovare finalmente corpo una concreta ipotesi di sviluppo industriale della zona. Molti imprenditori hanno infatti già manifestano il proprio interesse all’insediamento produttivo. In secondo luogo, stiamo spingendo sul bando per la realizzazione di tre nuove strade: l’ultimo intervento infrastrutturale ex novo risale al 1959. Il 25 luglio è stato siglato l’accordo di programma con la Provincia -gli interventi non erano previsti nel piano urbanistico- e a breve Palazzo Santa Lucia dovrà sottoscrivere il documento. (Antonietta Miceli)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here