Metanodotto: il Tar rinvia, Aquino avverte

17 Novembre 2005

La memoria aggiuntiva presentata dal Comune di Pontecagnano al Tar, all’indomani del decreto emesso dal Ministero delle Attività Produttive per la realizzazione della centrale, ha costretto i giudici del Tribunale Amministrativo Regionale a rinviare la sentenza. Il verdetto, atteso per il prossimo 9 febbraio, dovrebbe tenere conto di nuovi elementi individuati dai legali del Comune salernitano relativi a presunte irregolarità riscontrate nella disposizione ministeriale. Tre mesi ancora di ‘sofferenza’ per amministratori e cittadini. Due province sul piede di guerra. Uno solo l’obiettivo: impedire alle ruspe di entrare in azione. Una battaglia che trova nel presidente del Parco Monti Picentini, Sabino Aquino, il principale protagonista sul versante irpino. È lui a precisare che l’Ente Parco si opporrà in tutti i modi alla realizzazione dell’impianto termoelettrico nel centro abitato del comune salernitano e del relativo metanodotto di attraversamento che spaccherà in due i monti Terminio e Acellica. “Ci rimettiamo al giudizio del Tar – spiega Aquino – che spero ci dia ragione. Se così non dovesse essere renderemo operativo il parere rilasciato dal Commissario del Parco secondo il quale l’area interessata dovrà essere monitorata costantemente al fine di individuare reali o potenziali veicoli di inquinamento dei corpi idrici”. E a parlare non è solo il numero uno del Cda dei Picentini, bensì l’idrogeologo Aquino che sottolinea come la valutazione di impatto ambientale non avrebbe tenuto conto di determinate caratteristiche del territorio e non avrebbe considerato l’importanza dei bacini idrogeologici insistenti nella zona del parco interessata dall’opera, l’area B. Insomma la battaglia continua… e sono in molti a credere che il controllo certosino targato Ente Parco creerà non pochi problemi alla Energy Plus, la società deputata alla realizzazione della centrale. (di Marianna Morante)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.