Mercogliano – Teatro di Gluck, al 99 Posti arriva ‘Circo Pozzo’

27 Dicembre 2005

Mercogliano – Si apre all’insegna delle novità il nuovo anno per gli artisti del Teatro di Gluck di Torelli di Mercogliano. Tante sono le attività che li vedranno impegnati, tra corsi di formazione, spettacoli di drammaturgia contemporanea, rifacimenti di classici teatrali, attività in ambienti dove esiste una diversa realtà dal mondo “normale” e nei quali il teatro è sinonimo di libertà, di sfogo creativo, a volte anche di luce e di speranza. Il Teatro di Gluck, associazione di artisti professionisti di Avellino, ben inserita nel contesto della cultura in provincia, nota per le sue molteplici attività miranti all’educazione e ad un sano sviluppo dei bambini, opera da anni ormai, con il Teatro 99 Posti e l’associazione che lo gestisce, il Co.C.I.S., inoltre vive dell’appoggio del Comune di Mercogliano, del contributo della Regione Campania, della Provincia di Avellino e dell’Assessorato alla Cultura, quello alle Politiche Sociali e la Casa Editrice Feltrinelli. Insomma, un team di alto livello che garantisce una elevata qualità delle produzioni di quest’associazione.

I principali obiettivi dell’associazione, distinti per categorie:

Teatro:
Produzione di spettacoli teatrali e didattici;
Gestione, promozione e ideazione di eventi di ogni genere;
Allestimenti scenografici;
Promozione di eventi culturali;
Servivi di agenzia teatrale.

Didattica:
Scuole di teatro;
Laboratori teatrali rivolti a qualsiasi ente pubblico o privato;
Laboratori di ogni arte e mestiere riguardanti il teatro;
Laboratori formativi per animatori;
Organizzazione di cineforum;
Realizzazione di testi.

Animazione:
Organizzazione di attività ludiche;
Attività di animazione in qualsiasi ente pubblico o privato;
Allestimento di campi estivi.

Consulenza psicologica e psicopedagogica: Organizzazione di attività ludiche;
Consulenza psicologica e psicopedagogica
individuale, familiare e di gruppo.

L’elenco delle attività del nuovo anno del Teatro di Gluck e del Teatro 99 Posti:

Il 29 e 30 Dicembre, alle ore 21.00, il teatro di Gluck andrà in scena con Circo Pozzo, tratto da Aspettando Godot di Beckett, spettacolo che replicherà ad Avellino per gli istituti delle scuole superiori nel mese di Marzo.

Dal 23 al 27 gennaio corso di illuminotecnica a cura di Salvatore Mancinelli, Maurizio Giannandrea e Mario Castellazzi

Nei mesi di Gennaio e Febbraio il teatro di Gluck partecipa alla manifestazione patrie galere in collaborazione con Antigone e il teatro 99 Posti

20 febbraio prove dello spettacolo “più leggero di un Suspir-williamshakespearestories”, scritto da Francesco Niccolini, per la regia di Enzo Toma, una produzione in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e l’ Assessorato alle Politiche Sociali della Città di Avellino che debutterà il 13 Maggio presso il Teatro 99 Posti

Inoltre è in fase organizzativa un progetto che si svolgerà a partire dall’autunno del 2006 , concernente un’attività di scambio con allievi dell’ Accademia d’ Arte Drammatica di Cordoba, incentrata sulla rivalutazione della commedia dell’Arte in Italia e in Spagna il cui obiettivo è l’allestimento di uno spettacolo che vedremo replicare nella nostra provincia tra la primavera e l’estate del 2007.

Nel mese di marzo il teatro di Gluck terrà un laboratorio teatrale per disabili in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del comune di Avellino.

E nel corso dell’anno tanti laboratori per le scuole e spettacoli fiabeschi per i più piccini.

Al Teatro 99 Posti, 29 e 30 dicembre 2005 ore 21.00: il Teatro di Gluck presenta “Circo Pozzo” Spettacolo liberamente tratto da Aspettando Godot di Samuel Beckett.

Note di Regia


Scritto pensando al famoso testo teatrale di S.Beckett “Aspettando Godot”, questo spettacolo cerca di rispettare attentamente lo stile del drammaturgo, e soprattutto il suo corpus concettuale basato sulla scarnificazione delle sovrastrutture umane, della vita che diviene in assoluto una “attesa della morte”. Starsene immobili, in silenzio assoluto, sarebbe l’atteggiamento più saggio e decoroso, data la situazione. ma le povere larve non sono qui per scelta ascetica, non sono all’altezza di tanto rigore, e allora dicono , chiacchierano, balbettano, scherzano, ricordano, fingono dispute, speranze, rancori, aggregano sillabe ora banali, ora insensate, ora casualmente sublimi.

Beckett ci fa vivere la reale condizione esistenziale dell’uomo; portarla in teatro oggi, diventa un vero e proprio manifesto di spettacolarizzazione genuina, la reale rappresentazione dell’uomo che lo rende tragico e comico allo stesso momento, infatti niente è più comico del tragico. Rideremo dell’ infelicità umana in quanto ridiamo della beffa più clamorosa di cui è vittima l’umanità; ogni sforzo che l’uomo attua per illudersi di vivere una splendida esistenza, crolla, si sgretola sotto i suoi occhi.
Il Circo Pozzo è in parte proiettato dall’immagine illusoria che oggi gli strumenti masmediatici cercano di creare; sarà uno spettacolo televisivo andato a male, un tolk show dove veramente non si dice niente, una trasmissione culturale i cui ospiti dichiareranno apertamente di non sapere nulla, ed infine si interrogheranno della loro presenza-esistenza senza senso, e si risponderanno con l’unica vera certezza : il tempo….l’attesa.

Lo spettacolo vuole essere uno stimolo per gli studenti delle scuole medie superiori a guardare la vita, attraverso un classico del teatro , con rinnovata meraviglia e curiosità, a svelare i propri occhi grattando la superficie di ciò che ci viene proposto vedendo con maggiore luce ciò che ci circonda. Proporre Bechett nelle scuole è anche una proposta didattica, di conoscenza del teatro contemporaneo, che prende vita dalla drammaturgia classica e dalle antitesi sceniche del 900.

Interpreti
Maurizio Picariello
Elena Spiniello
Fedele Canonico
Roberto Aldorasi

Scenografie e Luci
Giuseppe Di Giovanni

Costumi
Gilda Bruni

Musiche
Carmine Minichiello Q-ZONE studio

Regia
Giuseppe Di Giovanni


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.