Mercogliano – Targa ricordo ed emozioni per il Questore De Iesu

0
5

Mercogliano – Il sindaco Massimiliano Carullo da un lato, il Questore di Avellino, Antonio De Iesu dall’altro. Non il solito dibattito, né tanto meno il solito incontro politico.
Si è tenuto questa mattina presso l’aula consiliare del Comune di Mercogliano… un’accoglienza. Una vera e propria festa, anzi. La festa dell’umanità, la festa dei sentimenti, la festa dell’altruismo.
Il Questore De Iesu, non avrebbe, per nulla al mondo, disertato l’appuntamento ed ha accettato di buon grado l’invito pubblico del Sindaco Massimiliano Carullo.
Il motivo dell’incontro: la donazione di una targa – ricordo da parte del sindaco e di tutta l’Amministrazione Comunale di Mercogliano, attraverso la lettura di una delibera di giunta.
Un atto dovuto, simbolo di un ringraziamento collettivo per l’impegno profuso fin dagli inizi del suo mandato, sul territorio irpino (ed in particolare nella “calda” zona di Mercogliano), ma anche per la vicinanza umana rispetto alle cause sociali che sono venute alla ribalta in tutti questi mesi. La più conosciuta – ed anche la più tragica – è quella del piccolissimo cittadino di Mercogliano, Carmine Della Pia, prematuramente scomparso a causa di una grave malattia. Il questore, unitamente a tutti i suoi uomini, ha costantemente manifestato vicinanza umana al piccolo angelo e ai suoi familiari.

Così commenta Carullo: “Voglio ringraziare davvero tutti gli uomini della Polizia di Stato perché quotidianamente, con grande responsabilità ed alto senso del dovere, garantiscono alla comunità una convivenza civile”.
La risposta di De Iesu (in procinto di lasciare Avellino e di trasferirsi a Salerno) che ha subito rivolto un pensiero bello e forte al piccolo Carmine: “La targa ricordo del Comune di Mercogliano mi seguirà sicuramente in qualunque ufficio andrò”. Presenti alla donazione anche il Maresciallo dei Carabinieri di Mercogliano, Pasquale Maffei, il comandante della Polizia Municipale, Michele Leo, e tutti i vari consiglieri comunali.
Ma è stata l’emozione, a detta dei molti presenti, a farla da padrona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here