Mercogliano – Il maestro Gustav Mak chiude Musica in Irpinia

0
8

Mercogliano – Sarà la Nona sinfonia “Corale” in Re minore di Beethoven eseguita dall’Orchestra e coro della Radio Nruc di Kiev a chiudere domenica sera alle 20 il ciclo di 8 concerti del cartellone della 25 esima edizione di Musica in Irpinia, rassegna internazionale di orchestre promossa dall’Ente Provinciale per il Turismo di Avellino e diretta dal maestro Mario Cesa. Cento elementi accompagneranno le esecuzioni dei solisti Rossella Marcantoni, soprano, Carlo Assogna, tenore, Christian Starinieri baritono e Camelia Kader, contralto, dirigerà il coro Viktor Skoromny. Domani sera l’Orchestra sarà diretta dal maestro Gustav Mak insignito nel 2000 di un premio del Parlamento russo per i successi ottenuti quale direttore dell’Orchestra Filarmonica di Voronezh. Ancora una volta a fare da cornice alla suggestiva esecuzione ci saranno i fari architetturali, fasci di luce colorata che sottolineeranno la settecentesca linea architettonica del bellissimo Chiostro del Loreto di Mercogliano. Il presidente dell’Ente Provinciale per il Turismo di Avellino, Santino Barile si è detto molto soddisfatto del lavoro svolto per realizzare il programma di questa particolare edizione che festeggia l’importante tappa del quarto di secolo di Musica in Irpinia: “I nostri sforzi adesso sono rivolti già alla prossima edizione che non potrà essere da meno”. Un programma di qualità quello del 2007 che si è guadagnato i complimenti degli artisti ospiti di questa kermesse. Un cartellone che chiude in bellezza con la nona sinfonia, la più conosciuta di Beethoven: “Per noi solisti è di certo un punto di arrivo cantare la nona, sia per l’importanza della composizione, sia per le difficoltà di esecuzione” spiegano il tenore Carlo Assogna ed il baritono Christian Starinieri, entrambi solisti nel concerto di domani. Emozionato per l’esecuzione di domani sera anche il maestro Gustav Mak.
Mestro Mak, è la sua prima volta a Musica in Irpinia?
“Sì, sono stato in Italia venti anni fa quando fui finalista al concorso Arturo Toscanini. In questi venti anni sono stato in Francia, in Austria ed in Russia, ma è sempre stato il mio sogno tornare a dirigere qui in Italia. Ricordo che, sempre venti anni fa, ho diretto l’Orchestra di Romagna in una situazione analoga a quella di Musica in Irpinia, all’aperto con una chiesa alle spalle. Ricordo il grande calore del pubblico, si instaurò subito un grande feeling, è stata una esperienza fantastica”.
Dirigere la Nona sarà ancora più emozionante?
“Sono un direttore internazionale, ho diretto orchestre in tutto il mondo. Ho già diretto la nona in Austria e molte volte in Russia, ma qui sarà ancora più emozionante. Poi credo che con l’orchestra di Kiev faremo un grande concerto”.
Lei chiude un programma ricco di eventi di portata internazionale.
“Conosco il programma del festival, ed ho visto che sono state qui orchestre che ho già diretto. Io sono nato ad Hong Kong e poi ho studiato a Vienna con direttori molto importati, ho lavorato in Russia, ho girato molto e diretto orchestre in tutto il mondo, ma sono molto onorato di essere stato invitato a questo festival e di dirigere l’orchestra di Kiev perché la conosco ed è una grande orchestra”.
Lei è un direttore internazionale, cosa pensa di questo festival?
“È un festival bellissimo, importante per le scelte del cartellone, per l’organizzazione impeccabile. Poi questa terra è bellissima e per me è davvero un privilegio prendere parte a Musica in Irpinia e mi aspetto di fare un grande spettacolo e di fare bella figura qui in irpinia con l’orchestra di Kiev”.
Un chiusura in grande con una sinfonia ricca di significato.
“Di certo è una grande soddisfazione chiudere con la Nona, non solo perché è una grande sinfonia, ma soprattutto per il significato che porta. Il testo della Nona dice che tutti gli uomini devono essere fratelli, trovo quindi che sia una grande occasione per sottolineare questa collaborazione internazionale messa in campo da Musica in Irpinia, una collaborazione, una fratellanza che non poteva aver miglior suggello”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here