Mercato azionario: occhi puntati su fondi esg, titoli hi-tech e automotive

12 Giugno 2021

Gli investitori stanno premiando gli investimenti green, preferendo prodotti finanziari in grado di garantire elevati standard ecologici, sociali ed etici. Secondo la Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI), nel 2020 gli investimenti in fondi ESG hanno toccato i 33 mila miliardi di dollari, mentre le emissioni di bond green hanno superato i 1.200 miliardi di dollari.

D’accordo con le rilevazioni di Prometeia, soltanto in Italia i fondi ESG sono saliti al 7% in ambito retail, con oltre 300 prodotti disponibili e una raccolta positiva per 14 miliardi nel 2020. Allo stesso tempo, chi vuole comprare azioni online sta monitorando soprattutto due settori, il comparto tecnologico e automotive, entrambi strettamente legati alla trasformazione digitale e alla conversione energetica.

Tra i titoli tech sono da tenere d’occhio le GAFAM, ovvero Google, Apple, Facebook, Amazon e Microsoft, colossi che potrebbero resistere alla rotazione delle azioni cicliche e offrire ottime performance anche nel 2021. In ambito automotive la rivoluzione della green mobility e la ripresa economica potrebbero favorire i veicoli elettrici, con buone prospettive per Ford, Volkswagen, BMW e Tesla.

Come comprare azioni online: quali sono le migliori opzioni oggi

Al giorno d’oggi, comprare azioni online è piuttosto semplice, tuttavia bisogna prestare attenzione a una serie di aspetti, per evitare le truffe e iniziare a investire in modo corretto. Innanzitutto, è necessario definire una strategia, scegliendo se acquistare direttamente i titoli in borsa creando un portafoglio di azioni, oppure investire sul mercato azionario con il trading online e strumenti derivati come i CFD, i contratti per differenza.

Nel primo caso si acquistano le azioni con orizzonti temporali di medio/lungo periodo, nella speranza che il titolo cresca di valore nel tempo e generi possibilmente anche dei rendimenti dai dividendi.

Nel secondo invece si sfrutta la volatilità del prezzo dei titoli, utilizzando i CFD per investire sul rialzo o il ribasso della quotazione delle azioni, senza possedere realmente l’asset ma usando un contratto privato tra il broker e il trader.

Ad ogni modo, una scelta importante riguarda la scelta dell’intermediario per l’accesso al mercato, con la possibilità di rivolgersi ai servizi d’investimento della propria banca, usando le tecnologie di home e mobile banking, oppure a una SIM specializzata. Questa soluzione è indicata per chi vuole comprare poche azioni, mantenendole a lungo all’interno del portafoglio, secondo l’approccio del value investing di Warren Buffet.

Altrimenti, chi preferisce il trading di azioni deve affidarsi a un broker regolamentato, per speculare sulle fluttuazioni del prezzo dei titoli e di altri asset come criptovalute, materie prime, ETF, indici e Forex.

Alcuni broker come eToro offrono entrambi i servizi, infatti attraverso la piattaforma multi-asset della società fintech è possibile fare trading CFD, oppure realizzare la compravendita di azioni e ETF senza pagare commissioni di negoziazione.

Come selezionare quali azioni e fondi comprare in borsa

Nonostante sia abbastanza semplice iniziare a investire in borsa, scegliere quali fondi e azioni comprare online richiede competenze, esperienza e analisi approfondite.

L’approccio dipende dal tipo di investimenti che si vogliono effettuare, infatti con il trading CFD si tende a privilegiare l’analisi tecnica, mentre per acquistare titoli con obiettivi di lungo termine si utilizza soprattutto l’analisi fondamentale.

Naturalmente, l’opzione migliore è l’integrazione dell’analisi tecnica e fondamentale, per ottenere una valutazione davvero completa e accurata del titolo, per essere in grado di selezionare le azioni giuste e determinare anche quando conviene acquistare. Per quanto riguarda l’analisi fondamentale si devono studiare i bilanci e le performance delle società quotate, utilizzando parametri come il rapporto prezzo utili (P/E), l’utile per azione (EPS) e la redditività del capitale investito (ROE).

Questi sono soltanto alcuni degli indicatori da impiegare per la valutazione dell’azienda, infatti ogni investitore usa una strategia personalizzata in base alle informazioni che vuole ottenere.

Inoltre, si possono considerare anche la qualità del management, il valore del brand e la crescita del business. Molti esperti consigliano di analizzare l’impresa e stabilire vari parametri inserendoli in una tabella Excel, dopodiché bisogna comparare questi dati con quelli dei competitors e del settore di riferimento, per capire quali sono le prestazioni della società quotata in confronto al resto del mercato.

Per l’analisi tecnica, invece, si impiegano grafici e indicatori, con i quali studiare i movimenti del prezzo tenendo conto dei volumi di scambio e della volatilità, per tentare di individuare possibili tendenze e le prospettive più interessanti per il titolo.

Comprare azioni online richiede un approccio consapevole per essere capaci di compiere scelte ragionate, partendo dalla buona formazione e facendo sempre pratica con un conto demo, per imparare come investire in borsa in maniera efficiente ed evitare gli errori più comuni legati alla mancanza di esperienza e conoscenze.