Materdomini, in atto controlli straordinari da parte dei carabinieri

Materdomini, in atto controlli straordinari da parte dei carabinieri

4 Settembre 2017

I Carabinieri di Montella hanno, anche questo anno, provveduto ad intensificare i normali servizi, con personale in divisa ed in abiti civili a Materdomini.

 

Probabilmente scoraggiati dalla massiccia presenza dei militari in divisa, gli eventuali malintenzionati, nascosti tra i numerosi fedeli giunti presso il Santuario di San Gerardo Majella, hanno probabilmente evitato di operare e  mettere a segno i soliti furti che si registrano in occasioni del genere.

Per quanto riguarda l’attività svolta dai Carabinieri della Stazione di Caposele, adeguatamente rinforzata con numerosi militari degli altri Reparti della Compagnia di Montella, nei pressi della fiera notavano aggirarsi con fare sospetto due giovani.

Si procedeva quindi a bloccarli ed ad identificarli: trattasi di un 38enne ed un 26enne provenienti dalla limitrofa provincia di Foggia. A seguito di perquisizione personale i militari rinvenivano in loro possesso due spinelli contenenti sostanza stupefacente di tipo hashish. Per tale motivo venivano segnalati alla compatente Autorità Amministrativa ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 1990, n.309. Inoltre, l’esito dei rituali controlli permetteva di accertare che a loro carico vi erano numerosi precedenti penali contro il patrimonio e, di conseguenza, venivano proposti per l’emissione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio.

Inoltre, nel corso dei numerosi posti di controlli effettuati sulla “Fondo Valle Sele” e sulla “Ofantina bis”, i Carabinieri denunciavano un 54enne di Montella che si era messo alla guida dopo aver abusato di alcool e segnalato altri due giovani (un 27enne ed una 18enne) trovati in possesso di una piccola quantità di hashish detenuta per uso personale.

Per tale motivo al primo, denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica diretta dal Dott. Rosario Cantelmo, veniva ritirata la patente di guida, ed i due giovani segnalati alla Prefettura di Avellino quali assuntori.

Infine, nel corso dei controlli effettuati a tutti coloro che sono sottoposti misure restrittive della liberta personale, un 50enne di Chiusano di San Domenico è stato denunciato per aver violato gli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria.