Margherita in festa: domani il via con De Mita e Bassolino

0
6

Pontecagnano – Saranno gli on. Ciriaco De Mita e Francesco Rutelli a chiudere la festa di Democrazia e’ Liberta’ in programma dal 19 al 24 settembre a Pontecagnano. Un programma che prevede la presenza di numerosi protagonisti della politica campana e nazionale. Leader storico e protagonista indiscusso della manifestazione sarà il coordinatore campano De Mita che chiuderà con Rutelli e in aggiunta inaugurerà il ciclo di incontri nella serata del 19, impegnandosi in un faccia a faccia con il governatore campano Antonio Bassolino. Non solo. Due giorni dopo si confronterà con il segretario dei Ds, Piero Fassino. Due i dibattiti in programma il 20 settembre: il primo sulla politica fiscale con il ministro Visco, il secondo sull’ipotesi di una Grande coalizione con Sandro Bondi, Clemente Mastella, Marco Follini ed Antonello Soro. Il 21 settembre, invece, sarà la volta de ‘La politica Regionale tra ritardi e innovazioni’ con gli interventi degli assessori regionali campani Antonio Valiante, Teresa Armato, Vincenzo De Luca e Angelo Montemarano, e con i presidenti delle Commissioni permanenti Francesco Casillo e Pasquale Sommese. La quarta giornata della festa regionale del Fiorellino sarà dedicata a ‘Donne e politica’ e ‘Riforme istituzionali’, ma soprattutto ad un confronto su ‘Il partito democratico tra se, come e quando’ con i ministri Paolo Gentiloni, Giuseppe Fioroni ed Arturo Parisi. Il 23, invece, toccherà a ‘Oltre l’emergenza rifiuti in Campania’ con Ermete Realacci e il Ministro Alfonso Pecoraro Scanio. A seguire ‘Il Mezzogiorno al centro dell’agenda del Governo, le iniziative per Napoli’ con il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino e il Ministro Gino Nicolais. “Si tratta di una importante mobilitazione – ha spiegato in proposito Mario Sena, capogruppo regionale della Margherita – una festa popolare ma soprattutto un momento di aperta riflessione sui problemi nazionali e su quelli gravi della nostra regione. Sviluppo e occupazione, qualità della vita e ordine pubblico, infrastrutture”. Un momento, dunque, che chiamerà a raccolta “migliaia di esponenti negli Enti locali la cui presenza dimostra chiaramente la volontà di voler perseguire in una politica al servizio delle Istituzioni e della comunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here