Marco Pugliese: “L’esperienza di Fedele ci porterà alla salvezza”

15 Novembre 2005

“Bisognava dare una sterzata. Qualcosa andava fatto- afferma – Marco Pugliese alla conferenza di presentazione del nuovo responsabile dell’area tecnica Enrico Fedele. – Enrico è una persona preparata, che vive da tanti anni nel mondo del calcio e che ci darà una mano oltre che per il presente anche per il futuro. Starà a stretto contatto con la squadra, con l’allenatore e con lo staff tecnico. Il suo arrivo servirà a dare serenità all’ambiente. A lui il compito di valutare l’attuale organico e di iniziare a ragionare su quelli che dovranno essere i correttivi da apportare alla squadra. Chi non se la sente di fare più parte di questo gruppo, già da domani sarà messo fuori. Ascolteremo tutti i ragazzi presenti in rosa e prenderemo le dovute decisioni. Chi non ha gli attributi o vuole abbandonare la nave, perché è qui da troppi anni è meglio che vada via. Vogliamo soltanto gente motivata che si suda la maglia. Puntiamo molto sulla sua esperienza per riuscire ad uscire al più presto da questa brutta situazione. Ci siamo accordati con lui per due anni, perché insieme abbiamo intenzione di costruire qualcosa di importante. Era una trattativa che andava avanti da qualche mese, sono felice che dopo una serie di abboccamenti siamo riusciti a portarlo ad Avellino. Dopo l’esperienza di Parma inizia con noi questa nuova avventura, con l’auspicio che possa aiutarci a conquistare la salvezza. A lui faccio i migliori auguri”.
Giuseppe De Mita direttore generale del sodalizio biancoverde si accoda al massimo dirigente irpino: “Siamo felici di poter avere tra noi Enrico. Una persona preparata che è da tantissimo tempo in questo difficile mondo del calcio. Il suo ingresso in società ci garantirà una maggiore esperienza. Abbiamo commesso degli errori, adesso siamo pronti a riparare. Nessuno vuole tornare in C, quindi daremo il massimo per far si che questa squadra riesca a mantenere la categoria”.
La palla passa al protagonista del giorno: “E’ stata una trattativa lunga, ma alla fine ho accettato con molto piacere. L’impresa è dura, ma non impossibile. La società mi ha dato ampie garanzie, sono un uomo del sud, uno duro ad arrendersi. Marco e Massimo mi hanno dato carta bianca ed io farò il massimo per riuscire a raddrizzare la situazione che si è venuta a creare. Questa squadra ha bisogno di qualcosa, ma non è da buttare. I calciatori giocano impauriti è questo il vero problema. La squadra attualmente è a tre punti dalla sest’ultima, quindi, la situazione non è così grave come molti pensano. I soldi per acquistare ci sono quindi, nessun problema. Ci salveremo”.
Fedele svela anche un simpatico retroscena: “Dovevo arrivare ad Avellino già nell’ottantasei quando era presidente Graziano, dovevo portare con me Materazzi, poi per le vicende che colpirono il presidente non se ne fece più nulla”.
Per quanto concerne gli allenamenti, si è fermato il difensore Andrea Masiello.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.