Lupi: Nardini, Cherubin e Della Rocca. Crespini: “Siamo soddisfatti”

0
4

Il mercato chiude i battenti: dopo un mese di trattative stop alle contrattazioni. In casa Avellino cinque innesti al termine della sessione invernale, dopo Alessio Tombesi e Giacomo Cipriani arrivati nelle scorse settimane il D.G Lucchesi ed il D.S Crespini mandano in porto le operazioni relative a Riccardo Nardini, Niccolò Cherubin e Francesco Della Rocca. Saranno questi i volti nuovi in vista della trasferta di Mantova. I primi due arrivano dalla serie A, rispettivamente da Catania e Reggina, il terzo dal Bologna, compagine con la quale quest’anno i lupi hanno instaurato una corsia preferenziale. Nardini giunge all’ombra del Partenio a titolo definitivo: 24 anni, il modenese vanta anche 13 presenze nella massima serie. Di cui 12 nella passata stagione alla Reggina. Elemento molto duttile è in grado di giocare su entrambe le fasce. Il calciatore richiesto anche dal Treviso, aveva già dato qualche tempo fa la parola alla società biancoverde. In cadetteria ha giocato con gli etnei dove è sceso in campo 5 volte e con il Modena dove ha inanellato 7 gettoni. Ha vestito, tra le altre, anche le casacche di Aglianise, Prato, Foggia e Poggibonsi dove in C2 ha disputato la sua migliore stagione con 26 gare giocate e 7 reti all’attivo. Il 22enne Cherubin, invece, è un difensore che arriva in prestito dalla Reggina. Gli amaranto del presidente Foti l’hanno acquistato questa estate dal Cittadella. Nella stagione in corso, cinque gare sostenute, con i veneti ha disputato invece tre campionati. 49 partite ed 1 goal in terza serie. Della Rocca invece rappresenta la vera sorpresa del mercato: il nome del giovane brindisino, di proprietà del Bologna, arriva anche lui con la formula del prestito e va a rimpinguare la linea mediana: “Sono state delle operazioni di mercato senza dubbio soddisfacenti. Dopo arrivi importanti come quelli di Cipriani e Tombesi, uno dal Bologna e l’altro dal Parma, siamo riusciti ad assicurarci le prestazioni di giocatori di qualità, dei quali due vengono dalla massima serie, uno dalla capolista di B. –afferma il Direttore Sportivo dei biancoverdi Claudio CrespiniInnesti di spessore necessari soprattutto in vista dei rinforzi effettuati dalle nostre dirette concorrenti: Vicenza e Ravenna su tutte. Giocatori che ci consentiranno di lottare alla pari con chiunque”. Il botto non c’è stato, il tanto atteso centrocampista di esperienza che doveva dare il giusto ricambio a Anastasi e Di Cecco non è arrivato, ma non c’è da abbattersi perché, nonostante lo scetticismo che ha caratterizzato la prima fase della stagione, questo gruppo ha dimostrato di potersi salvare. Adesso si attende di capire quali giocatori verranno esclusi dalla rosa dei ventuno e chi prenderà il posto di Ragosta tra gli Under. Probabile che l’attaccante venga sostituito da Ambrosio di rientro dal prestito all’Acicatena. (Di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here