“L’uomo giusto al posto giusto, un grande imprenditore: farà crescere l’economia irpina”. De Vizia, parlano i suoi predecessori

“L’uomo giusto al posto giusto, un grande imprenditore: farà crescere l’economia irpina”. De Vizia, parlano i suoi predecessori

28 Novembre 2020

Alfredo Picariello – Il coro è unanime, gli apprezzamenti sono veri, sentiti. Del resto, lo conoscono molto bene, grazie ad anni ed anni di collaborazioni attive, sul campo. Conoscono alla perfezione le doti imprenditoriali ed umane di colui il quale sarà il nuovo presidente di Confindustria Avellino, Emilio De Vizia, designato dopo le consultazioni con gli associati. Da metà dicembre, sarà lui, top player nel settore dei rifiuti in Italia e in Europa, al timone dell’associazione di via Palatucci, al posto di Giuseppe Bruno.

A parlare sono i suoi tre predecessori, ovvero Silvio Sarno, Sabino Basso e, per l’appunto, Bruno.

“Emilio De Vizia ha una vasta esperienza non solo nel mondo imprenditoriale e delle imprese ma anche nel contesto associativo, nel mondo confindustriale. Quindi è la persona giusta al posto giusto”, afferma Sarno. “Parliamo di un imprenditore serio e competente, le aspettative sono molto alte. Ma sono certo che lui non le tradirà. Confindustria Avellino conferma di essere in grado di esprimere, ai suoi vertici, persone ed imprenditori di notevole spessore e di prestigio. La scelta di De Vizia va in questa direzione”.

“Emilio De Vizia è innanzitutto un amico vero, una persona di grande spessore, competente, navigato”. Sabino Basso non nasconde la sua soddisfazione per la scelta di De Vizia. “In più – prosegue – cosa che non guasta, ha l’età giusta. In Confindustria comincia a tirare un vento nuovo, di grandi cambiamenti. La sua designazione è avvenuta all’unanimità e questo è un ottimo segnale. Spero davvero che possa far bene, i presupposti ci sono tutti. Io sono certo che farà bene, un imprenditore del suo calibro, al timone di aziende importanti, non può fallire. Potrà fare solo del bene all’economia della provincia di Avellino”.

“Sono molto sereno, traghettiamo l’associazione in mani sicure. Emilio De Vizia, a parte l’indubbia caratura tecnica, è un imprenditore dotato di grande buonsenso”. Anche Giuseppe Bruno, fino a metà dicembre ancora presidente dell’Unione, è molto soddisfatto per la designazione di De Vizia.

“Ha tutte le qualità per essere un ottimo presidente. Ha capacità di ascolto, di elaborazione e analisi. E autonomia decisionale. Insomma, De Vizia è uno che ascolta tutti ma alla fine, dopo un’ottima elaborazione, riesce a decidere in piena autonomia, senza farsi influenzare da nessun fattore. Inoltre, è uno che non ha bisogno del ruolo confindustriale per farsi conoscere, visto che già è un personaggio. Ha avuto esperienze associative di alto livello ed ha grandi relazioni oltre l’Irpinia. Sono molto soddisfatto”.

Anche Bruno, come Basso, batte sul tasto della designazione avvenuta all’unanimità. “Di questo sono orgoglioso, abbiamo raggiunto un ottimo risultato senza competizioni tra colleghi”.