L’Udeur dà il benvenuto a Pino De Lorenzo

16 Dicembre 2005

Detto fatto: Pino De Lorenzo lascia gli scranni consiliari dell’opposizione per approdare ai banchi della maggioranza con il simbolo dell’Udeur e convoca una conferenza stampa per dire: “non una scelta dell’ultimora ma travagliata considerato anche l’ottimo rapporto con i vertici ed esponenti della Margherita e non solo”. Pino De Lorenzo dirà la sua verità in merito all’ingresso ‘gettonato’ nell’Udeur. Questa mattina alle ore 10.30 presso la sede di via De Conciliis si ritroverà al tavolo con il segretario regionale Antonio Fantini, i massimi esponenti provinciali e cittadini, i consiglieri comunali, i dirigenti Manzo, Musto, e ancora Lo Conte. Tutti per ufficializzare l’ingresso in grande stile. A Pino De Lorenzo domande di rito e relative risposte. “Ringrazio gli elettori chiedendo loro di non vedere questa mia adesione al progetto Udeur come un tradimento. Continuerò le mie battaglie per la libertà e la città all’interno del partito di cui ora faccio parte. Ringrazio gli amici dell’opposizione con i quali ho condiviso una grande e significativa esperienza: il Patto Civico che comunque ha rappresentato la speranza di una grande alternativa per la città. Ringrazio il presidente Nicola Mancino e la Margherita per l’attenzione prestata nei miei confronti. Mi auguro di conservare ottimi rapporti”. E ancora una volta il perché al Campanile di Clemente Mastella: “In questo momento evidenzia il ruolo del Mezzogiorno, della famiglia e del lavoro”. L’ex capogruppo dell’Udc si sofferma anche su uno dei temi importanti per disegnare il futuro della città capoluogo: il Puc. “Manca la rete cinematica, non è prevista la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare, non qualifica le periferie, non esiste il piano per le antenne mobili”.
Giornata intesa, dunque, per il centrosinistra alle prese con la politica e l’amministrazione: ma soprattutto con il Puc e il termine perentorio. (t.l.)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.