L’opinione di… Amatucci: “Ardore agonistico arma vincente”

11 Ottobre 2013

Da “Il Biancoverde” n. 7 del 4/10/2013

Questa settimana, per la rubrica “L’opinione di…” abbiamo ascoltato il giornalista sportivo di “+n” Gianluca Amatucci.
L’Avellino continua a stupire. Due pari importanti con Varese e Pescara, poi il successo tra le mura di casa contro l’ex capolista Empoli… “L’Avellino sta rispettando alla lettera le consegne arrivate da parte dell’allenatore Rastelli: impiegare determinazione e ardore agonistico sul rettangolo di gioco, gara dopo gara. La squadra convince. E’ un gruppo ben allestito che, con il grande entusiasmo della neopromossa, sta dicendo la sua in una stagione lunga e difficile. Il pari con il Varese prima, con il Pescara poi, hanno caricato gli animi ed incentivato la consapevolezza della qualità che appartiene a questo gruppo. Il trionfo contro i toscani, lunedì sera al “Partenio – Lombardi”, poi, ha il sapore della rivelazione, della conferma, della sicurezza di sentirsi all’altezza della situazione. Tuttavia, Castaldo e compagni dovranno tenere i piedi ben saldi a terra e fare dell’umiltà l’arma vincente”.

Contro l’Empoli, su rigore Galabinov si è finalemente sbloccato. Soncin, invece, resta ancora un po’ nell’ombra…
“Oltre ad essere reduce da un infortunio, Andrej è un giocatore che, per la sua stazza fisica, impiega più tempo per recuperare il top della forma fisica. L’attaccante bulgaro, sotto porta, è uno che i gol li fa e le motivazioni giuste le ha. Se Castaldo è un attaccante già consacrato, Galabinov ha una ghiotta occasione per disputare un grande campionato. Ne sono certo. Da Soncin, invece, mi aspetto molto di più. Spero di vederlo in campo, appena possibile, dal primo minuto di gioco perchè con la sua velocità e vivacità fa la differenza soprattutto nell’approccio alla gara”.

Plausi e meriti anche al tecnico dei lupi Massimo Rastelli…
“Senz’altro. Il tecnico biancoverde non lo scopriamo noi. Bene ha fatto la società a sceglierlo e a rinnovargli la meritatissima fiducia anche per questa stagione di Serie B. Le motivazioni sono legate anche al valido staff tecnico di collaboratori di cui dispone, che sta facendo la differenza. Il mister è uno che, oltre a seguire gli avversari al videotype, lavora duro provando “maniacalmente” schemi e movimenti nelle sedute di allenamento settimanali. E’ lì che sceglie l’undici che ritiene essere piu in forma a seconda della partita e cerca di trarre il meglio da ogni elelemento”.

Esiste, in questo campionato di B, una squadra “ammazza campionato” secondo lei?

“In linea di massima credo che la classifca sia già chiara. Mi aspetto la rimonta del Palermo con il cambio dell’allenatore ed un calo della Virtus Lanciano, oggi capolista. Sono certo che gli abbruzzesi non arriveranno oltre il centro classifica. Non esiste, a mio avviso, una squadra “ammazza campionato”. Non c’è una vera contendente che veramente può spaccare il gruppo, a beneficio dello spettacolo del torneo cadetto. Fino alle ultime giornate sarà equilibrato, lungo ed estenuante. Mantenere le energie non sarà cosa facile per nessuna squadra”.

Dove arriverà questo avellino?
“Non mi sbilancio e non faccio pronostici ma credo possa fare un campionato sereno a patto che la squadra continui a giocare così come ha dimostrato finora. L’Avellino occuperà una posizione di centroclassifica e poter poi pianificare la prossima stagione in maniera differente. Con ambizioni, magari, più importanti”.

Quanto conta il pubblico biancoverde?
“Sicuramente tanto. I tifosi, pian piano stanno aumentando. La Curva Sud, contro l’Empoli era piena. L’unico invito ed appello che sento di fare non è di andare in trasferta perchè i supporters biancoverdi lo faranno a precindere ma ricordare i programmi della società per la stagione in corso. Cerchiamo di vivere serenamente il campionato, senza perdere di vista l’obiettivo salvezza”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.