Lonardo: “Necessari interventi del Governo per arginare la crisi del settore agricolo”

Lonardo: “Necessari interventi del Governo per arginare la crisi del settore agricolo”

16 Aprile 2020

Michele De Leo – “Le invocazioni di aiuto che arrivano dal comparto agricolo non possono rimanere inascoltate: è necessario un intervento del Governo”. La senatrice Sandra Lonardo Mastella chiede impegni certi da parte dell’Esecutivo di Giuseppe Conte per tutelare e sostenere il comparto agricolo. La rappresentante di Forza Italia a Palazzo Madama non manca di presentare una serie di proposte sulla scorta della discussione in commissione agricoltura, a margine della quale è stato definito un documento presentato al Ministro Teresa Bellanova. La Lonardo chiede l’impiego in agricoltura di tutti coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza e sollecita un intervento nei confronti “delle autorità politiche dei Paesi al confine con l’Italia, i cui controlli alla frontiera sono diventati esasperanti. Un comportamento inaccettabile che non solo contribuisce all’aumento dei costi, ma fa pure venire meno un precetto costitutivo della Unione europea che riguarda la libera circolazione delle merci”. La senatrice pone l’accento sull’ulteriore crisi – provocata dall’emergenza sanitaria in corso – che non ha risparmiato il settore agroalimentare. “Nel territorio campano ma non solo – spiega la Lonardo – la chiusura dei locali di ristorazione e l’assenza del flusso turistico hanno fatto registrare una notevole contrazione del consumo di tutti i prodotti agricoli. Il calo di consumo della mozzarella di bufala, nello specifico, ha messo in ginocchio l’intera filiera e rischia di minare una realtà economica, sociale e occupazionale di elevato rilievo che fornisce lavoro, in regioni ad elevato tasso di disoccupazione, a circa 20mila addetti”. La crisi – secondo la senatrice – “ha causato la mancata trasformazione di 300mila quintali di latte di bufala che, ad oggi, giacciono nei congelatori, con una perdita economica stimabile in otto milioni di euro”. La questione è stata discussa nella commissione agricoltura dove “abbiamo affrontato, attraverso una approfondita indagine conoscitiva, tutte le criticità della filiera bufalina”. Il documento finale, con le relative richieste, è stato sottoposto all’attenzione del Ministro Bellanova per la sua approvazione.