Lettera minatoria a Centrella: “Chi tradisce gli operai deve morire”

0
5

Questa mattina presso la sede dell’Ugl di Avellino è stata recapitata una lettera senza timbro postale ma con francobollo, dunque verosimilmente depositata a mano nella cassetta, con il seguente messaggio destinato al segretario generale dell’Ugl, Giovanni Centrella: ‘Chi tradisce gli operai deve morire’, in fondo al testo una stella a cinque punte con la scritta ‘operai’.
Per il sindacalista “non si può negare quanto sia peggiorato il clima in cui è costretto a vivere e a operare anche chi fa il nostro mestiere. Così come è da irresponsabili, da parte di chiunque, agitare con toni ‘sopra le righe’, con sospetti o con false speranze gli animi dei lavoratori coinvolti nelle crisi aziendali, che stanno colpendo il Sud e tutto il Paese”. “Pur avendo sempre contribuito concretamente a salvaguardare posti di lavoro, siglando accordi interconfederali e aziendali, cercando e invocando sempre il massimo coinvolgimento di tutte le parti sociali, da tempo attiriamo le malevoli ‘attenzioni’ di qualcuno che o singolarmente o all’interno di gruppi sceglie le minacce per esprimere il proprio dissenso o la rabbia. Senza il sostegno delle Forze dell’Ordine – conclude Centrella – sarebbe difficile continuare a svolgere serenamente il nostro ruolo, che comunque porteremmo fino in fondo, e quindi cogliamo questa occasione per manifestare nei loro confronti tutta la nostra gratitudine”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here