L’Avellino sorride. Maglione: “Sapevo che saremmo stati prosciolti”

0
5

L’Avellino ed Avellino possono sorridere. I timori per un’eventuale nuova penalizzazione non ci sono più. Dopo una settimana di attesa ed un susseguirsi di voci sempre diverse (2,3,5 punti) che hanno fatto tremare tutti gli appassionati del lupo, la Commissione Disciplinare ha prosciolto la società dei fratelli Pugliese. I biancoverdi hanno vinto la partita più importante, quella più difficile. Grazie alla buona arringa difensiva stilata dagli avvocati Emilio Ruggiero ed Ingrid De Simone gli irpini non vedono mutare per la seconda volta in questo campionato la classifica. Soddisfatto il responsabile dell’Area Tecnica Francesco Maglione, che già da tempo si mostrava fiducioso in merito: “Non avevo alcun dubbio a riguardo, me l’aspettavo”. Felice, ma allo stesso tempo arrabbiato. Infatti, ci va giù forte il ‘costruttore’ della macchina Avellino: “Qualcuno, nei giorni scorsi, aveva provato a fare ironia nei confronti della società. Ma ha sbagliato di grosso”. L’avvocato è stato sempre convinto che i lupi non sarebbero stati vittima di una nuova penalizzazione: “Dopo il pareggio con il Giulianova ho avuto un incontro con la squadra e ho tranquillizzato i ragazzi assicurando loro che non avremmo avuto altri problemi. Così è stato, adesso pensiamo alla Cavese che è un avversario difficile ”. Intanto, tra cinque giorni davanti alla Caf si discuterà il ricorso relativo alla penalizzazione di 2 punti inflitta ai lupi lo scorso 16 ottobre. Handicap causato dalla mancata consegna della garanzia fideiussoria relativa al contratto dell’ex difensore Christian Terni. Se i legali della società avranno ancora una volta ragione allora la conseguenza sarà la restituzione di almeno un punto. Quella di oggi è una grande vittoria per la formazione irpina che ha evitato un brutto contraccolpo psicologico sulla squadra prima di un derby difficile come quello di lunedì contro i cugini metelliani. Una notizia, questa, che fa felici i tifosi biancoverdi e che permette all’Avellino calcistica di guardare con maggiore serenità all’imminente futuro. Anche se non arriva nessuna conferma ufficiale da parte del sodalizio irpino, sembra ormai quasi certa la permanenza dei fratelli di Frigento alla guida della formazione. Un altro importante nodo è stato sciolto. Adesso, si pensa soltanto al derby d’alta quota contro la Cavese, ad una sfida con una squadra che giungerà al Partenio con il chiaro intento di fare risultato. Ma il lupo visto nelle ultime sfide, ad eccezion fatta del pareggio di Giulianova non deve temere nessuno. Ora ci vuole unità di intenti per riportare l’Avellino nel calcio che conta.(di Sabino Giannattasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here