Lauro, per anni telefona a spese del Comune: risarcirà l’ente e farà il volontario

0
1969

Per quattro anni avrebbe usato un’utenza intestata al Comune di Lauro che era riuscito a procurarsi con artifici e raggiri, ora non solo è pronto a risarcire l’ente ma ha anche chiesto ed ottenuto il via libera dalla giunta comunale a poter svolgere anche attività di volontariato nell’ambito della messa alla prova.

Un soggetto della zona vesuviana, scoperto da un’indagine degli agenti del Commissariato di Ps di Lauro e dopo la denuncia formalizzata dal Comune di Lauro, è finito sotto processo per truffa e sostituzione di persona. Dopo la richiesta di rinvio a giudizio della Procura di Avellino, il legale dell’indagato ha proposto sia il risarcimento del danno, circa 2.500 euro (da maggio 2016 a settembre 2020) che la possibilità di prestare attività di volontariato e sociale presso lo stesso Comune di Lauro.

Uno dei primi casi di messa alla prova che riguardano l’ente. Il secondo in poche settimane presso il Comune di Lauro. A far emergere la truffa, consistita nel fingersi addetto di una società telefonica ed usare per ben 4 anni utenza pagata dal Comune di Lauro, le attività investigative degli agenti agli ordini del vicequestore Elio Iannuzzi. Proprio la comunicazione della Questura ha portato il Comune a scoprire che per anni erano stati versati i costi di un’utenza usata da terzi.