“L’Amministrazione mente”: batti e ribatti tra Info Irpinia e Comune di Avellino

“L’Amministrazione mente”: batti e ribatti tra Info Irpinia e Comune di Avellino

22 Aprile 2017

Batti e ribatti tra Info Irpinia, l’associazione del presidente Francesco Celli, e l’Amministrazione Comunale di Avellino.

La prima nota di Celli denunciava l’assenza ingiustificata del sindaco Paolo Foti all’iniziativa svoltasi mercoledì 19 aprile, organizzata in occasione dell’arrivo di un treno che da Napoli ha fatto tappa alla stazione di Avellino.

Puntuale la risposta da Palazzo di Città:

L’assenza del Primo cittadino è stata preventivamente comunicata all’ing. Modestino Ferraro di RFI. Alla manifestazione – squisitamente tecnica – ha comunque preso parte, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, l’Assessore all’urbanistica e governo del territorio Ugo Tomasone che è intervenuto nel corso della sessione pomeridiana del convegno – come d’accordo con gli organizzatori – insieme al delegato della Regione Campania Luca Cascone.

Riportiamo infine la controrisposta di Info Irpinia:

Non si dicono le bugie, soprattutto se si rappresentano le istituzioni. Siamo perfettamente a conoscenza delle dinamiche politico-partitiche e di tutte le balle previste dal vostro codice deontologico, anzi, ve ne ascoltiamo dire davvero troppe ad ogni intervento che fate, ma noi di Info Irpinia siamo per la verità: fino alla ripartenza per Napoli delle 15.30, con un collegamento sperimentale che non si vedeva da ben 8 anni e non un semplice treno come avete scritto, non vi è stato nessun esponente istituzionale della città di Avellino. Nessuno. E nessuno ha comunicato della sua assenza, caro sindaco. Avete fatto una brutta figura voi e fatto fare una pessima figura alla città, ma non è la prima volta.

Quindi, invece di inventare fandonie, sarebbe stato molto più utile una nota in cui si sottolineasse l’importanza strategica del collegamento funzionale su ferro con Napoli, Salerno e Benevento, mettendo in cantiere già da adesso una connessione costante, ogni quarto d’ora, tramite navetta, tra il cuore della città e la stazione.

di Renato Spiniello.