La lettera dell’ex sindaco Aufiero: piena fiducia nella magistratura, dimostrerò la mia innocenza

0
1806
Emanuele Aufiero

PRATOLA SERRA- Una lettera intestata alla “Mia comunità”. Quella con cui l’ex sindaco Emanuele Aufiero ha voluto invocare serenità di giudizio nei suoi confronti alla comunità, oltre a ribadire la piena fiducia nella magistratura. “Carissimi Amici- scrive l’ex sindaco Aufiero- dopo un iniziale momento di smarrimento, sento il dovere di rivolgermi alla mia comunità per fare qualche considerazione in merito alla vicenda che mi vede coinvolto, insieme a mio fratello Tonino e altri amici, che tanto clamore mediatico ha destato in questi giorni.Non è mia intenzione entrare, in questa sede, nel merito delle accuse che mi si rivolgono. Lo farò nei prossimi giorni insieme al mio legale, l’Avv. Alberico Villani, a cui và il mio ringraziamento per il supporto tecnico, morale e la vicinanza personale che non mi stà facendo mancare in questi difficili momenti”. E ha continuato: “La mia esperienza umana, sia personale che pubblica, è stata sempre ispirata dai sani valori e principi che mi sono stati tramandati dai miei genitori. Valori e principi che non sono mai stati, sono e saranno negoziabili. Ho sempre cercato, nel mio piccolo, di anteporre il bene degli altri ai miei interessi personali, così come hanno sempre fatto sia Tonino sia tutte le persone che mi hanno accompagnato nella mia esperienza di vita. Non è, altrettanto, negoziabile il profondo amore e il forte legame verso il nostro paese e i nostri compaesani”. E ha aggiunto: “Alla mia comunità e a tutte le persone che mi conoscono non chiedo indulgenza, pietà o solidarietà ma chiedo solo e soltanto serenità di giudizio. Rispetto al clamore mediatico della vicenda di questi giorni non posso far altro, come in tutte le altre vicende, che mettermi al lavoro, insieme al mio legale, per dimostrare la mia., la nostra innocenza. E’ l’unica promessa che mi sento di fare alla mia famiglia, alla mia comunità e ai tanti amici che mi hanno manifestato, semmai ce ne fosse bisogno, grande affetto e vicinanza umana. A tutti voi và il mio immenso grazie”. E ha aggiunto: “Esprimo totale fiducia nei confronti della Magistratura e degli organi inquirenti, certo che l’intera vicenda verrà valutata con la necessaria serenità di giudizio.La Vita è un’esperienza bellissima che và vissuta nella sua pienezza. Si cade spesso ma, la cosa più importante, E’ rialzarsi! Ecco, nella mia vita ho vissuto tante cadute ma mi sono sempre rialzato…..sempre a testa alta, con la consapevolezza di aver agito sempre secondo coscienza e con la dovuta considerazione dei singoli problemi. Lo stesso farò anche stavolta con la stessa forza e determinazione del passato!Continuerò, nel mio piccolo, ad occuparmi delle vicende della mia comunità cercando di dare il mio modesto contributo alla crescita e allo sviluppo della mia, nostra Pratola Serra”.