La leggenda di Pelè raccontata in un film: “O Rei” al cinema anche ad Avellino

0
10

pelèPasquale Manganiello – Ci sono quelli della mia generazione che hanno sentito parlare di Pelè o che l’hanno visto in qualche spezzone sgranato in tv o sul web. Troppo poco per rendersi conto della leggenda che ha contrassegnato gli anni della sua vita calcistica. “O Rei” sbarca al cinema per raccontare quel Brasile d’altri tempi, quella parte di Brasile povera in cui il pallone non era soltanto un sogno ma l’intera esistenza.

Non possiamo stabilire se Edson Arantes do Nascimento sia stato il miglior giocatore di tutti i tempi, il dualismo con Maradona non ha senso semplicemente perchè le epoche di calcio contraddistinte da questi fuoriclasse sono epoche diverse. Un altro stile, un altro calcio, un altro senso dato a questo sport, un’altra visione complessiva.

Gianni Brera disse di lui: “Pelé vede il gioco suo e dei compagni, lascia duettare in affondo chi assume l’iniziativa dell’attacco e, scattando a fior d’erba, arriva a concludere. Mettete tutti gli assi che volete in negativo, poneteli uno sull’altro, esce una faccia nera, un par di cosce ipertrofiche e un tronco nel quale stanno due polmoni e un cuore perfetti”.

Dopo il Mondiale 1962, diverse squadre europee offrirono cifre importanti per acquistare il giovane giocatore, ma il governo del Brasile dichiarò Pelé “Tesoro nazionale” per evitare qualsiasi possibile trasferimento. Nel ’69, invece, Pelé festeggiò i 1000 gol in carriera. La rete, chiamata familiarmente O Milésimo (Il Millesimo), è stata realizzata contro Edgardo Andrada del Vasco da Gama su calcio di rigore allo Stadio Maracanã.

Il film racconta l’incredibile storia vera del leggendario giocatore di calcio che da semplice ragazzo di strada raggiunse la gloria, appena diciassettenne, trascinando la nazionale brasiliana alla vittoria del suo primo mondiale nel 1958. Nato in povertà, affrontando un’infanzia difficile, Pelé ha usato il suo stile di gioco poco ortodosso e il suo spirito indomabile per superare ogni tipo di ostacolo e raggiungere la grandezza che ha ispirato un intero Paese, cambiandolo per sempre.

Inizialmente la distribuzione del film era prevista in concomitanza con il Campionato mondiale di calcio 2014, ma è stata ritardata a causa di una prolungata post-produzione e nuove scene da girare.

Il film è stato presentato in anteprima il 23 aprile 2016 al Tribeca Film Festival, nella sezione Special Screening. Ad Avellino ed in tutta Italia uscirà il 26 maggio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here