La Cisl Fp Irpinia Sannio scrive alla Morgante

0
9

La lettera inviata da Cisl Fp Irpinia Sannio al direttore generale dell’Asl Avellino Maria Morgante: “Egregio Direttore, più volte abbiamo sollevato il lassismo presente in questa azienda rispetto agli impegni sindacali assunti e più volte, insieme a Lei, abbiamo cercato soluzioni risolutorie, ben consapevoli dei problemi legati al delicato periodo. La situazione continua a degenerare ed il senso di rassegnazione mista a rabbia è ormai diffuso nel personale. Diffuso oltre l’immaginabile (ed il raccontato). Abbiamo ben presente il suo personale impegno, eppure non si riesce a percepire nella quotidianità lo sforzo da Lei profuso. C’è qualcosa che non funziona. La macchina amministrativa si inceppa in qualche punto. Malgrado tutto, non arrivano segnali positivi ai lavoratori. Prevale la noncuranza di qualcuno rispetto agli impegni da Lei assunti nei confronti dei lavoratori e che di seguito Le ricordiamo: 1) non viene pagata la produttività per l’anno 2019, nonostante tutto il personale sia stato valutato. 2) non sono stati ancora consegnati i buoni pasto, nonostante siano state operate le relative trattenute in busta paga. 3) non si sono ancora avviati i lavori per la contrattazione integrativa anni 2020 e 2021, nonostante sia stata deliberata l’approvazione dei fondi in via provvisoria; 4) non sono state pagate le prestazioni lavorative straordinarie effettuate nell’anno 2020, autorizzate telematicamente dai dirigenti; 5) non è stato avviato il percorso delle progressioni orizzontali anno 2021. Eppure, ciò che chiedono le lavoratrici ed i lavoratori sono semplici risposte agli impegni da Lei assunti nei tavoli prefettizi e di delegazione trattante. Niente di più. Siamo convinti che solo un Suo personale interessamento, nei modi e nei tempi dettati dalle Sue prerogative istituzionali e attraverso un tavolo di discussione da Lei presieduto, unitamente a tutti gli attori interessati, possa far avviare un vero percorso che salvaguardi nella massima trasparenza ed oggettività i diritti e gli interessi di tutti i lavoratori. Certi della Sua sensibilità fino ad oggi dimostrata, nei confronti di noi tutti, distinti saluti”.

Articolo precedenteIndustria Italiana Autobus, investimenti pubblici e nuovo piano trasporti
Articolo successivoCovid, muore 74enne di Avellino. Ospedali irpini: il punto sui ricoveri
Giornalista. Ottimo. Leva (calcistica) dell’86. Sono laureato in Scienze Politiche all’Ateneo di Salerno con tesi in Diritto Amministrativo Europeo e un Master di II livello in Economia e Gestione delle Imprese. Ma la mia è una vita dedicata allo sport, più precisamente al calcio. A raccontarlo ho cominciato sin da piccolo e con Irpinianews, il giornale online al quale mi sento più affine, sto diventando grande. Da due anni in forza alla redazione, prima come cronista di calcio minore e successivamente, anche come inviato, a seguire le vicende dell’Avellino Calcio. Il web è il mio mondo, mi piace catturare e offrire notizie in tempo reale. Ho lavorato presso l’ufficio stampa del Comune di Salerno, con l’agenzia di stampa Mediapress, ho preso confidenza con il mondo dei social network e della condivisione di informazioni.