Istituti penitenziari, la nota della Fp-Cgil

Istituti penitenziari, la nota della Fp-Cgil

8 Gennaio 2021

“Egregio Provveditore, la scrivente Fp-Cgil non può esimersi dal denunciare pratiche afferenti distacchi in piena distonia e disprezzo delle regole e delle procedure previste e sottoscritte dalla parte sindacale. Difatti ci risulta che nel mese di Dicembre 2020, due unità di Polizia Penitenziaria sono state distaccate cosi come riportato in oggetto, generando legittima tensione e malcontento tra tutto il personale, un Ispettore Superiore distaccato per mesi tre dal Notp di Avellino alle camere di Sicurezza del Tribunale di Avellino, mentre l’altro distacco “Provvedimento firmato il 24 dicembre”, riguarda un Agente Scelto in Servizio presso l’Ufficio Matricola di Benevento distaccato in modo a dir poco anomalo, presso l’Ufficio NOTP di Benevento, quest’ultimo impiegato direttamente in Ufficio”.

Così, in una nota, il coordinatore Fp Cgil Campania, Orlano Scossa, e il segretario Fp Cgil Campania Salvatore Tinto.

“Sembrerebbe inoltre, che il Comandante NOTP di Benevento in modo autoritario abbia posto in congedo d’ufficio, il restante personale di Polizia Penitenziaria senza dare alcun preavviso, al personale interessato, per poi impiegare l’Agente Scelto nelle pratiche d’Ufficio. Detto personale in maniera irregolare è stato assegnato senza aver dato seguito ad alcuno interpello, in barba della normativa vigente e in disprezzo alle regole raggiunte con la sottoscrizione del PIR REGIONALE, che tutte le OO.SS hanno condiviso e sottoscritto affinché ci fossero regole certe. Di fatti il PIR prevede al fine di garantire la trasparenza Amministrativa, nonché la rotazione dei posti di servizio tra tutto il personale, che le Direzioni, annualmente nel mese di novembre devono indire i dovuti Interpelli per ogni posto di servizio, compreso i nuclei Traduzioni”.

“Al fine di ristabilire le regole che sono previste nel PIR, sottoscritto in data 13 Ottobre 2020 da tutte le OO,SS e la Parte Pubblica e riportare la condotta nei binari delle regole e della trasparenza, si chiede a Lei Sig. Provveditore, che legge per indirizzo, di disporre il rientro immediato nelle rispettive sedi, di tutto il Personale distaccato con metodo arbitrario e senza una legittima procedura di interpello; il tutto, al fine di garantire un metodo di trasparenza e di pari opportunità fra tutti gli appartenenti al Corpo Della Polizia Penitenziaria”.