Indagata per la scomparsa del padre, Romina Manzo: “Assurdo. Non gli avrei mai fatto del male”

0
4287

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Romina Manzo è come se stesse vivendo un incubo nell’incubo. Non le è ancora stato notificato nulla ma, a quanto pare, risulta tra le persone indagate per la scomparsa del padre Mimì, svanito nel nulla la sera dell’8 gennaio del 2021. Proprio la sera in cui si festeggiava il suo ventesimo compleanno.

Oggi Romina ha 21 anni e sta per essere raggiunta da un avviso di garanzia. Sarebbe accusata di sequestro di persona e false dichiarazioni al Pm. Indagata anche un’altra 21enne. Ma sembra che gli indagati siano di più.

Romina ha appreso della notizia dall’avvocato di famiglia, Federica Renna. E sta vivendo un momento davvero terribile. “Sono sconvolta da questa notizia, a me non è stato notificato nulla”, afferma.

“Se qualcuno mi ha tirato in mezzo in questa situazione, la pagherà, perché io non ne so nulla, non avrei potuto mai fare nulla di male a mio padre. Anzi solo io so quello che sto vivendo da più di un anno”.