Inclusione scolastica per il nuovo anno: la nota dell’Ufficio del Garante Diverse Abilità

Inclusione scolastica per il nuovo anno: la nota dell’Ufficio del Garante Diverse Abilità

17 Settembre 2020

La nota di Antonio Festa e Michelangelo Varrecchia, portavoce volontari dell’Ufficio del Garante Diverse Abilità:

“Diverse abilità, scuole, sanità, enti locali, consorzi/piani di zona, terzo settore; siete pronti? Questi ultimi mesi di coronavirus, e la chiusura delle scuole hanno messo a dura prova lea resistenza delle persone con disabilità insieme alle loro famiglie. Ora si riapre e, per essere concreti, riportiamo i numeri di questo pianeta all’interno delle istituzioni scolastiche irpine: Materne – 222 Elementari – 375 Medie – 204 Superiori – 347 Il totale è di 1.148 alunni, che potrebbero ricevere ulteriori disagi e danni. In particolare gli autistici, che sono 320 e sono ancora più fragili. Tutti dovrebbero meritare maggiore attenzione da parte del Provveditorato, dei Dirigenti scolastici, dell’ASL e dei suoi Distretti Sanitari, del Consorzi/Piani di Zona Sociale, delle Associazioni/Cooperative di Terso Settore. Questa ovvia richiesta fatta in base al principio universale: “una comunità è civile se riesce ad aiutare i più deboli”. Intanto si aspettano risposte dalle Istituzioni anche se dovrebbero essere già predisposte alla luce del fatto che le iscrizioni non certificazione sono state fatte a gennaio scorso. Il Provveditorato sta facendo le nomine online degli insegnanti di sostegno, i Consorzi di Zona stanno predisponendo gli interventi sociali, l’ASL con il “Percorso Autismo Irpino” e il “Protocollo scuola” ha indicato la strada delle equipe multidisciplinari ai fini della formulazione del P.E.I. (Piano Educativo Individuale). In molti casi occorre anche il contributo di operatori esterni alla scuola: tecnici ABA, psicomotricisti, logopedisti e altre figure specializzate. Questi ultimi dovranno: – Autocertificare lo screening recentemente effettuato – Munirsi di D.P.I. (Dispositivi Protezione Individuali), anti contagio. Buon anno scolastico a tutti”.