Incidente cantiere, Fillea: “Ancora insufficiente la prevenzione”

0
11

A poco più di un mese dall’ultimo incidente mortale registrato in Irpinia, la nostra provincia piange l’ennesima giovane vita spezzata in un cantiere edile. “Solo nel corso dell’ultimo direttivo – si legge nella nota della Fillea Cgil – avevamo sperato in una maggiore attenzione da parte degli imprenditori sul versante della sicurezza. L’ultimo episodio di oggi ci porta a rivalutare la nostra speranza e a confermare i nostri dubbi sulla condotta degli imprenditori locali. In attesa che le forze dell’ordine facciano luce sulla dinamica dell’incidente che è costato la vita ad un giovanissimo irpino, non possiamo non evidenziare il fatto che in occasione dell’ultima tragedia che si è consumata a Baiano, la vicenda è ulteriormente aggravata dal fatto che si tratta di un cantiere aperto per dare seguito ad un appalto pubblico. Sussistono, dunque, tutti gli elementi per i quali la Fillea da tempo ha avviato la propria azione di confronto e discussione ma che con ogni evidenza va proseguita”. “Morire a 30 anni in un cantiere edile è una tragedia che non si può commentare – ha affermato il segretario Antonio Famiglietti – è necessario riprendere con maggiore vigore la lotta per la sicurezza nei cantieri, come è necessario che tali incidenti vengano ricondotti a precise responsabilità. Non possiamo permettere che le morti bianche vengano considerate fisiologiche del settore edile. Purtroppo fino ad oggi la risposta degli imprenditori è stata blanda. Abbiamo sollecitato anche gli enti appaltanti alla sigla dei protocolli d’intesa per la sicurezza dei cantieri, ma fino ad oggi abbiamo ricevuto adesioni di pochissimi soggetti pubblici. Il fatto che l’ultima morte si sia verificata in un cantiere di un appalto pubblico, ci costringe ad un’ulteriore riflessione ed a ritenere che non solo i cantieri privati sfuggono ai controlli e non solo nei cantieri privati vi è una deficienza nell’osservanza delle norme di sicurezza”. Nel comunicare alla famiglia del giovane operaio morto, il proprio cordoglio, la Fillea di Avellino si augura che la magistratura faccia luce sulle responsabilità dell’incidente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here