VIDEO/ In “vacanza” ad Avellino per furti e rapine, fermata banda dell’est

0
63

Renato Spiniello – Hanno soggiornato in una struttura alberghiera della periferia avellinese, a Contrada Amoretta, per compiere furti qui nel capoluogo, tutti eseguiti tra via Pennini e Contrada Sant’Eustacchio. In tutto sono sette, tra quelli tentati e quelli portati a compimento, i furti perpetrati dalla banda proveniente dall’Albania, composta da tre uomini tutti di stazza robusta.

I “ladri in vacanza” sono stati fermati nel pomeriggio di ieri dagli Agenti delle Volanti della Polizia di Stato di Avellino, condotti dal Vice Questore Elio Iannuzzi, allertati, come spesso accade in questi casi, dai cittadini.

Dei tre l’unico ad essere stato tratto in arresto è Angelo Kostov Simeonov, classe ’83, mentre un secondo, tale Jetmir Shyti, verrà espulso dall’Italia ed accompagnato stesso nel pomeriggio di oggi al porto di Brindisi. Un terzo malvivente, invece, non è stato ritrovato all’interno della struttura alberghiera al momento del blitz, ma tuttavia se ne conoscono le generalità visto che sono stati ritrovati sia i documenti che il telefono cellulare appartenenti a quest’ultimo che avrebbe, dunque, le ore contate.

Trattasi di una banda altamente pericolosa e feroce, attrezzata con mimetiche militari, arnesi atti allo scasso e all’immobilizzazione delle vittime delle rapine. A Cuneo, ad esempio, uno dei tre, durante una rapina, ha provocato lesioni gravissime ad un anziano, tanto da ridurlo in stato comatoso.

“Gratificati da quest’operazione – ha svelato ai cronisti il vice Questore Iannuzzi – abbiamo fermato una banda incallita e determinata che eseguiva rapine in tutto lo Stivale. In questo periodo, con l’avvicinarsi del Natale, è fondamentale intensificare i controlli in città onde evitare e reprimere tutti casi di furti e rapine che si verificano particolarmente nelle ore pomeridiane”.