In Danimarca sospeso l’uso del vaccino AstraZeneca: ecco perché

In Danimarca sospeso l’uso del vaccino AstraZeneca: ecco perché

11 Marzo 2021

Le autorità sanitarie della Danimarca hanno sospeso l’uso del vaccino contro il Covid-19 prodotto da AstraZeneca. La decisione arriva, come riferisce la stampa locale, dopo “casi gravi di coagulazione del sangue tra persone vaccinate”.

Le autorità sanitarie danesi hanno preso la decisione, senza precisare esplicitamente se vi è una connessione diretta tra il vaccino AstraZeneca e i coaguli di sangue riscontrati nei pazienti. La sospensione è arrivata tuttavia dopo il decesso di uno dei pazienti al quale era stato somministrato il vaccino.

Il ministro della Sanità danese, Magnus Heunicke, ha confermato che non è chiaro il legame tra il vaccino e gli episodi di coagulazione del sangue. La Danimarca non è il primo Paese dell’Ue nel quale vengono sollevati problemi su possibili effetti collaterali del vaccino prodotto dalla società farmaceutica anglo-svedese. Altri Paesi hanno sospeso nei giorni scorsi specifici lotti del vaccino AstraZeneca, mentre la Danimarca è il primo Stato dell’Ue ad aver sospeso del tutto l’uso del siero prodotto dalla società anglo-svedese.

“Arrivano notizie non confortanti dalla Danimarca rispetto alla sospensione di un vaccino (di Astrazeneca, ndr) e questo non ci aiuta” perché “aumenterà la confusione e l’incertezza dei cittadini rispetto all’utilizzo di questo o quell’altro vaccino, o di una supposta classificazione di vaccini cosiddetti di serie A e serie B”. E’ quanto dichiarato dal direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma, Francesco Vaia.