Importo illecito di alcol: sgominata organizzazione criminale. Un capo risiedeva in Irpinia

0
53

E’ stata sgominata dalla Guardia di Finanza di Caserta l’organizzazione criminale transnazionale che importava in maniera illecita ingenti volumi di vodka, rhum e whisky. I due capi del gruppo sono risultati residenti nelle province di Caserta e Avellino.

Coordinata dalla Procura di Napoli Nord, le Fiamme Gialle hanno eseguito 25 misure cautelari (13 arresti in carcere, 10 arresti ai domiciliari e 2 obblighi di presentazione) nei confronti dei altrettanti indagati in tutt’Italia. I finanzieri hanno sequestrato anche beni per 80 milioni di euro. Scoperta una evasione delle accise per 20 milioni; ammontano a 4,3 milioni i litri di alcol venduti in nero in Italia e Nord Europa.

La base dell’organizzazione era collocata a Napoli e Caserta ma le sue ramificazioni sono state individuate tra centro e nord Italia e anche in Paese comunitari ed extra Ue, come Azerbaijan e Serbia.