Il tribunale annulla il concorso Asl Avellino per primari: illegittimo

Il tribunale annulla il concorso Asl Avellino per primari: illegittimo

30 Settembre 2020

di AnFan – Dovrà essere indetto di nuovo, perché illegittimo, il concorso dell’Asl di Avellino che nel 2018 ha portato alla nomina del primario di chirurgia generale dell’ospedale di Ariano Irpino. Lo ha deciso il tribunale di Benevento accogliendo il ricorso del dottore, Carmine Grasso, di fatto bocciando i criteri di selezione applicati da una commissione di dirigenti, chiamati a scegliere il candidato più idoneo.

Nella sentenza si legge come: “Riconoscere un punteggio maggiore con riferimento a titoli palesemente inferiori rispetto a quelli vantati da altro candidato o attribuire il punteggio pari a zero anche in presenza di titoli senza alcuna valida argomentazione, costituisce comportamento illegittimo, anche in assenza di una procedura concorsuale, quando, come nella specie, ha determinato la nomina all’incarico dell’idoneo con maggior punteggio”.

I criteri di attribuzione del punteggio, privilegiati dalla commissione esaminatrice, per i giudici avrebbero sfavorito ingiustamente Grasso, che fra le altre cose vantava un numero di anni di esperienza maggiore rispetto all’altro candidato favorito dalla scelta finale. Ora il dottore potrà chiedere un risarcimento.