Il Pellet vantaggi e benefici per riscaldare la nostra casa

0
1248

Il pellet è sempre più diffuso in Italia, complice tutta una serie di vantaggi in rapporto ad altri combustibili, uno su tutti la legna, che andremo ad approfondire in questa mini guida.

Oltre il 4% delle famiglie italiane ha scelto il pellet e di conseguenza le stufe a pellet. I motivi sono tanti, tutti connessi all’aspetto ecologico, al risparmio energetico e all’ottimo potere calorifico che questo materiale è in grado di sprigionare durante la combustione.

Pellet Vs. Legna

Il pellet a differenza della Legna è un materiale capace di sprigionare il doppio del calore in rapporto al volume utilizzato; non solo, il pellet sempre a differenza della legna è assolutamente conveniente per un’efficienza energetica ottimale all’interno degli ambienti che si intende riscaldare, d’altronde chi possiede una stufa, può regolare e ottimizzare l’erogazione del calore a seconda delle sue esigenze specifiche.

Se l’ambiente non è di grandissime dimensioni, il Pellet, anche se più costoso, è assolutamente più conveniente della legna, proprio perché riscalda in maniera più efficiente e permette un’ottimizzazione del consumo dell’energia molto più precisa ed efficace della legna.

Il pellet infatti è più efficiente proprio perché produce una combustione più pulita in rapporto al legno, pertanto avremo bisogno di meno pellet per produrre la stessa quantità di calore.

La legna è sempre e comunque un ottimo combustibile ma deve essere usata in circostanze specifiche: ambienti grandi da scaldare, spazio per tenere la legna a portata della stufa e non solo. In caso di frequenti black out, insistenti nevicate e altre intemperie la stufa a legna ne risente particolarmente.

La fiamma scaturita dalla legna è sicuramente bella, intensa e calda, il problema però è che con la legna, non è possibile come è logico intuire, regolare la temperatura, e dunque regolare di conseguenza l’intensità della fiamma.

Vantaggi del Pellet ed Ecosostenibilità

Il pellet ha poi dalla sua una serie di vantaggi che è bene considerare:

  • La combustione del pellet, in principal mondo nelle stufe più moderne, produce pochissimi residui.
  • La canna fumaria e i tubi per l’allontanamento dei fumi hanno una grandissima libertà progettuale.
  • Molto spesso è possibile trovare in commercio sacchi di pellet da 15 kg, pertanto non è necessario avere un deposito, ma si possono acquistare di volta in volta!

Un’ultima considerazione va fatta in relazione alle canne fumarie: è bene precisare che la maggior parte degli incendi oggi nelle abitazioni purtroppo deriva da mal posizionamenti delle canne fumarie di stufe a pellet e a legna, pertanto il progetto della vostra canna fumaria per la stufa a pellet deve essere garantito da elevati standard di qualità e sicurezza.

Ecosostenibilità del pellet

Ricordiamo che il pellet a differenza della legna è un composto di segatura e scarti compressi, pertanto non si tratta di un materiale ricavato direttamente dall’abbattimento degli alberi; il pellet infatti è una delle soluzioni oggi ottimali per indurre una definitiva regolamentazione di questo settore, considerando che la maggior parte di boschi in Italia vive in uno stato di perenne abbandono.

Pellet di qualità

Meglio il pellet di abete o di faggio? Dobbiamo utilizzare soltanto pellet austriaco? Sono queste le mille e altre domande che ruotano attorno al miglior pellet da utilizzare nella nostra stufa.

Non esiste una tipologia di pellet migliore in assoluto, un rivenditore professionale e capace vi saprà consigliare la migliore soluzione in base alle vostre esigenze specifiche.

L’importante è che il pellet che andiamo a comprare sia munito di certificazione che evidenzi il rispetto degli standard EnPlus, una serie di certificazioni di qualità che garantiscono un pellet di ottima fattura grazie al controllo della filiera di produzione e distribuzione.