Il Parco del Partenio dichiara “guerra” alla plastica

0
562

Un parco plastic free. Un obiettivo, di medio e lungo termine, ma anche un riconoscimento per quanto è stato fatto fino ad oggi dall’ente regionale Parco del Partenio.

E’ stato infatti sottoscritto un protocollo d’intesa – tecnicamente una procedura di riconoscimento per “ente plastic free” – tra il Parco presieduto da Franco Iovino e la Plastic Free Odv Onlus – associazione di volontariato che è stata creata il 29 luglio 2019 con lo scopo di informare e sensibilizzare più persone possibili sulla pericolosità della plastica, in particolare quella monouso, che inquina e uccide – nata come realtà digitale, raggiungendo nei primi anni oltre 150 milioni di utenti e oggi, con più di 1000 referenti in tutt’Italia, divenuta la più importante e concreta associazione in questa tematica.

Il “patto” con il presidente Iovino è stato firmato da Francesca Fusco, referente dell’associazione per la zona di Baiano (che, tra l’altro, è un’affermata nuotatrice, campionessa europea e detentrice del record del mondo juniores dei 50 metri pinnati).

Lo scopo comune sarà la lotta senza quartiere contro la plastica, con manifestazioni, giornate ecologiche, iniziative nelle scuole, giornate dedicate alla pulizia di parti del territorio.

“Vogliamo contribuire a creare una maggiore consapevolezza sull’importanza di preservare l’ambiente dalla plastica e dell’opera svolta più in generale in tale contesto da plastic free”, commenta il presidente del Parco, Franco Iovino. “Come ho detto più volte, il parco del Partenio è un tesoro dal valore inestimabile e, per questo motivo, va preservato e tutelato in tutti i modi. Liberarlo dalla plastica è uno dei nostri obiettivi prioritari e sono certo che, grazie all’impegno diffuso e continuo dell’associazione Plastic Free, riusciremo a portare a casa buoni risultati”.

“Del resto – prosegue Iovino – i numeri dell’associazione parlano chiaro: 1.583.782 Kg di plastica e rifiuti rimossi dall’ambiente, 1.732 appuntamenti di clean up realizzati, 36.920 studenti sensibilizzati. Numeri importanti che, spero, anche noi contribuiremo a far crescere”.

“Il Presidente Iovino ed il Parco stanno dimostrando di avere grande sensibilità verso l’ambiente. La nostra causa è stata subito sposata e sono certa che, insieme, potremo arrivare lontano. Nei prossimi giorni terremo già un evento importante sul territorio e daremo la dimostrazione concreta di quanto, tutti insieme, possiamo fare per salvare l’ambiente”, sostiene Francesca Fusco. “Uno dei nostri obiettivi è quello di scuotere le coscienze. Se salviamo il verde, la natura, salviamo noi stessi”.