Il maltempo flagella l’Irpinia. Paura ad Aiello del Sabato

0
12

C’eravamo abituati al tiepido caldo ottobrino, ma un vero e proprio nubifragio si è abbattuto sull’Irpinia. Smottamenti, garage e cantine allagati e forte vento, ma soprattutto pioggia. Da venerdì – avverte la Protezione Civile – arriverà anche il freddo. Un violento temporale si è abbattuto in serata su tutta la provincia causando ingenti danni soprattutto ad Aiello del Sabato, Contrada, Forino, Atripalda ed Avellino. Decine e decine le richieste di intervento da parte dei Vigili del Fuoco che per tutta la notte hanno monitorato le ‘aree a rischio’. Ad Aiello del Sabato la Provinciale è stata sommersa da fango e detriti paralizzando il traffico. Sono attualmente impiegati mezzi comunali per ripulire le strade. Il sindaco Antonio Caputo ha predisposto la chiusura, per oggi, dei plessi scolatici. “Non è stato un semplice rovescio – ha spiegato – ma un vero e proprio nubifragio. Sono ingenti i danni causati dall’abbondante pioggia, forse oltre i 50mila euro”. Viabilità in tilt, palestra comunale quasi inagibile, contrade rurali parzialmente isolate. Sono queste le conseguenze registrate in seguito al sopralluogo effettuato questa mattina proprio dal primo cittadino insieme ai tecnici comunali. Paura anche a Forino, alla frazione Celzi. Tutta la notte gli uomini della Protezione Civile, i Carabinieri della locale stazione e i caschi rossi sono stati sul posto per tenere sottocontrollo l’avanzamento degli smottamenti. Per rimuovere le colate di fango è stata utilizzata una pompa aspirante che ha fortemente limitato i danni. Ma è duro l’attacco del primo cittadino Pasquale Nunziata alle istituzioni: “Siamo alle solite! – ha affermato – Chiediamo un intervento definitivo per risolvere la questione idrogeologica, ma la Regione e il Governo centrale se ne lavano le mani. Siamo ancora in attesa del risarcimento dei danni causati dall’alluvione del 2004. Forino, insieme ad altri 214 Comuni campani, è stato inserito nei territori a calamità naturale. Ma ad oggi, non si è registrato nessun intervento da parte delle istituzioni competenti. Questa notte, sono caduti millimetri d’acqua superiori alla norma. C’è stato un forte rischio. Ma chi di competenza interverrà solo quando ci saranno vittime?”. Forti disagi anche nella città capoluogo ed Atripalda. In via Tufarole, l’argine del torrente ha ceduto alla copiosa pioggia seminando il terrore di uno straripamento. Secondo le previsioni della Protezione Civile, una vasta perturbazione di origine atlantica tenderà ad interessare nelle ore serali il bacino Mediterraneo centro-occidentale, favorendo sul Paese una diffusa e marcata fase di maltempo che persisterà per buona parte della settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here