Il G7 dei Ministri degli Interni e della Sicurezza a Mirabella Eclano?

0
2318
Piantedosi_Ruggiero

Al momento appare una notizia straordinaria per Mirabella Eclano e per l’Irpinia, ma si attende l’ok definitivo del Ministro Piantedosi e del suo Staff tecnico. Da qualche mese la candidatura ufficiale. Per il sindaco Giancarlo Ruggiero è cosa fatta: a Mirabella Eclano dal 2 al 4 ottobre si terrà il G7 dei Ministri degli Interni e della Sicurezza.

«Il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha in programma di presiedere il G7 a Mirabella Eclano – spiega Ruggiero – Questo evento, senza precedenti, darà grande risalto non solo a Mirabella Eclano, ma anche a tutta l’Irpinia.

Lavoriamo intensamente da mesi, da quando la nostra città è stata proposta per la presidenza. Si sono tenuti vari incontri con lo staff tecnico del Presidente per organizzare al meglio questo evento di straordinaria rilevanza.

A partire dal 1° gennaio l’Italia sarà alla guida, per la settima volta, del summit tra i leader delle principali democrazie industrializzate mondiali, e il Ministro dell’Interno prevede di incontrare i suoi omologhi a Mirabella Eclano dal 2 al 4 ottobre 2024.

Sono estremamente soddisfatto di questa notizia che porterà Mirabella Eclano all’attenzione dei media internazionali in modo senza precedenti storici.

Desidero ringraziare a nome mio, dei concittadini di Mirabella Eclano e, mi permetto, di tutta l’Irpinia, il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi per questa scelta».

Tra i requisiti che darebbero ottime chance a Mirabella Eclano, la presenza di strutture ricettive di buon livello, adatte a ricevere e a dare accoglienza agli ospiti internazionali delegati delle principali democrazie industrializzate.

Non dimentichiamo poi che il Ministro Piantedosi è un irpino (Pietrastornina, ndr) dunque potrebbe decidere di valorizzare la sua terra di origine attraverso la “ministeriale” dell’Interno del G7.

Certo è che se tutto dovesse andare per il meglio e davvero Mirabella dovesse essere scelta si tratterebbe ovviamente di una grande occasione per la cittadina della Valle del Calore ma anche di un “gran colpo” dal punto di vista politico per il sindaco di Mirabella, già pronto a ricandidarsi ed a riconfermarsi per un nuovo mandato alle prossime elezioni amministrative di primavera.