Il bilancio di Gragnaniello. Impazza intanto il calcio… mercato

0
3

Avellino – Raffaele Gragnaniello estremo difensore dei lupi traccia un bilancio sul girone d’andata. Il numero uno della squadra di Galderisi, invita a non abbassare la guardia: “La forza di questa squadra è il gruppo. Spesso si parla soltanto di quei tre lì davanti. Loro stanno facendo sicuramente benissimo, ma alle spalle c’è il gran lavoro del resto della squadra. Abbiamo dei calciatori che possono fare la differenza, ma senza l’aiuto di tutti questi risultati non sarebbero mai stati raggiunti”. Sui miglioramenti del reparto difensivo: “Stiamo crescendo tanto. Ed i risultati lo dimostrano”. I cinque goal subiti a Ravenna sono già stati dimenticati quindi: “Qualche volta è meglio ricordarle quelle cinque reti subite a Ravenna. Ciò ci servirà a restare umili e concentrati. Siamo primi, ma per ora non abbiamo ancora conquistato nulla. Abbiamo ancora un intero girone di ritorno da affrontare e le difficoltà da superare saranno tante”. In merito alla lunga sosta concessa dalla Lega, l’ex capitano del Giugliano dichiara: “Con il Taranto abbiamo sofferto un poco, ma ci può stare. Abbiamo ottenuto sei vittorie consecutive… penso che i risultati parlano da soli. La sosta ci permetterà di riposarci, con l’auspicio di tornare in campo più carichi di prima”. Nelle prime cinque sfide del nuovo anno siete attesi da tre gare sul sintetico, un problema in più per voi:“Non siamo abituati. Cercheremo di farlo in questo periodo. Sul sintetico si gioca in maniera più veloce quindi, dovremo allenarci giocoforza in maniera diversa”. Il ‘guardiano’ della porta irpina parla anche del suo avvio di torneo: “Non mi aspettavo un avvio di stagione così. I risultati stanno premiando il nostro duro lavoro. Io sono arrivato qui senza particolari pretese. Ringrazio il mister per la fiducia datami. Sono contento delle mie prestazioni, ma sono convinto di poter fare di più”. Ravenna e Foggia nelle prime quattro gare. L’Avellino potrà tentare da subito la fuga: “Fare risultato in queste due partite sarà molto importante, ma prima di queste gare ne abbiamo un’altra altrettanto difficile contro il Gallipoli. Non sarà facile riuscire a mantenere gli attuali ritmi, ma ci proveremo”.
CAPITOLO MERCATO
Su Diliso che sembrava essere ad un passo dalla Nocerina è piombato il Martina, formazione con la quale il terzino pugliese aveva già giocato nella seconda parte dello scorso campionato. Cecere invece è conteso da Cagliari, Samp e Gallipoli. Luciani piace a Verona, Pistoiese e Benevento. Mentre Sirignano continua ad essere nel mirino di Nocerina, Catanzaro, Giuliano e Benevento. Capitolo entrate, il primo obiettivo di Maglione è quello di ingaggiare un centrocampista di qualità: tramontata la pista che portava a Papini e con l’operazione Vives che si fa sempre più difficile, sul taccuino del dirigente biancoverde restano Kalambay della Triestina e Gori dell’Albinoleffe. Ancora una settimana ed il mercato aprirà ufficialmente i battenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here