Ha affitto arretrato e malmena il proprietario: arrestato 38enne

0
1

Inquilino colpisce a sangue un imprenditore perchè non vuole pagare gli arretrati dell’ affitto di un locale commerciale. Le pendenze erano ormai aumentate a dismisura e il proprietario del locale più volte aveva chiesto ciò che gli era dovuto. Il 38enne, residente a Mercogliano nella giornata di ieri, verosimilmente al fine di far desistere l’uomo dal richiedere il giusto adempimento delle obbligazioni allora stipulate, si è recato presso l’azienda dove lo ha brutalmente aggredito colpendolo ripetutamente al volto, minacciando altresì ben più gravi conseguenze e ritorsioni contro i suoi familiari. L’imprenditore è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari e nel contempo è giunta una segnalazione, sull’utenza di emergenza 112 del Comando Provinciale irpino, che informava circa l’arrivo presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile Moscati, di un uomo versante in gravissime condizioni di salute a causa di una violenta aggressione di cui era stato vittima.
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Avellino che hanno operato congiuntamente ed in piena sinergia con i colleghi del Reparto Operativo e delle Stazioni di Avellino e Mercogliano si sono diretti presso l’Ospedale e a seguito delle indicazioni fornite dall’imprenditore si sono messi sulle tracce dell’inquilino.
La pronta attivazione della macchina investigativa dispiegata dai Reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, coordinata dalla locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Capo Rosario Cantelmo faceva sì che, una volta identificato il presunto aggressore, scattasse per le vie della città una imponente caccia all’uomo, condotta senza soluzione di continuità dai numerosi servizi esterni presenti sul territorio. Nella serata gli sforzi dei militari venivano premiati dal rintraccio del 38enne, gravato da specifici precedenti, che veniva intercettato mentre era alla guida del proprio autoveicolo e, sottoposto a controllo di polizia, veniva condotto presso gli uffici della Caserma Litto per accertamenti.

Alla luce del quadro indiziario così delineato i militari dichiaravano l’uomo in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, lo conducevano presso la Casa Circondariale di Bellizzi Irpino ove veniva associato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here