VIDEO/ Gubitosa: “Da Festa nessun attacco, ma neanche una risposta sul perchè non pubblica le delibere”

0
2224

“Mi fa sorridere che per l’inchiesta Alto Calore Gubitosa abbia citato Santoli e non Ciarcia”. Dopo le parole del vicepresidente del Movimento 5 Stelle, che aveva chiesto un passo indietro al manager di Grande Srl, società partecipata del comune di Avellino che si occupa della gestione dei rifiuti in città, arriva puntuale la replica del sindaco Festa. Ma l’amministratore unico di Alto Calore, a differenza dell’altro indagato Santoli, è già interdetto e di fatto già sospeso dall’incarico alla guida dell’ente di Corso Europa.

Festa, tuttavia, risponde a Gubitosa anche in relazione all’interrogazione parlamentare, presentata dal deputato 5 Stelle al ministro Piantedosi, in cui si chiede delle oltre 170 delibere di Giunta mai pubblicate. “Quando in maniera ripetuta mi ha chiesto di incontrare Conte all’Hotel De La Ville per ottenere il mio sostengo alle politiche non mi ha mai parlato di opacità” controbatte il primo cittadino, senza entrare nel merito delle contestazioni.

“Nelle parole di Festa non vedo alcun attacco, si è semplicemente limitato a raccontare un fatto realmente accaduto – controbatte Gubitosa -. Nella mia ultima campana elettorale per le elezioni politiche il presidente Conte è venuto in Irpinia a sostenermi pubblicamente. E come tutti ricordano al De La Ville abbiamo presentato il nostro progetto di Governo a tantissimi sindaci, imprenditori e rappresentanti di categorie. Ora non capisco perché il sindaco di Avellino si senta autorizzato a non pubblicare le delibere solo perché io ho fatto campagna elettorale a diversi primi cittadini irpini. La stessa mancanza di pubblicazione delle delibere è una recente denuncia che mi è stata sottolineata dai consiglieri di opposizione”.