Gruppo Mpa/Nuovo Psi: due proposte per ridurre la spesa pubblica

0
4

Regione – Riduzione del 50% della indennità di funzione dei consiglieri regionali che fanno parte degli uffici di presidenza, abolizione delle auto di servizio, salvo di quelle assegnate ai Presidenti di Giunta e Consiglio, soppressione della norma che prevede i rimborsi chilometrici per i consiglieri, abolizione dei comandi di personale e previsione di un fondo in dotazione ai Gruppi per stipulare contratti privatistici di collaborazione, abolizione dei fondi per la comunicazione in dotazione ai Gruppi e previsione di risorse finalizzate a stipulare contratti giornalistici, abrogazione dell’art. 18 della legge regionale 1/2007 che consente di comandi di personale con qualifica di autista, riduzione del 30% delle indennità dei dirigenti delle Asl, dei componenti dei consigli di amministrazione, delle società miste e di tutti gli enti collegati alla Regione: sono queste le iniziative del Gruppo regionale federato MpA-Nuovo Psi che questa mattina, con il capogruppo Massimo Grimaldi e il vice presidente del Consiglio regionale, Salvatore Ronghi, ha presentato alla stampa due proposte di legge tese a “recuperare l’efficienza del Consiglio regionale e a contenere i costi della politica”.
“Le nostre proposte di legge mirano a realizzare oltre tredici milioni di euro di economie per la Regione Campania – ha spiegato Grimaldi – attraverso una riduzione considerevole dei costi della Regione e degli enti che ruotano attorno ad essa. Le notizie di stampa relative ai rimborsi chilometrici per lo spostamento dai luoghi di residenza verso la sede consiliare gettano ombre sull’istituzione – ha proseguito Grimaldi -, così come i costi delle società miste, degli organismi regionali voluti dalla Giunta regionale e sui loro componenti che sono elevatissimi ed insostenibili per la comunità campana”.
“In un contesto socio economico di grave difficoltà per le famiglie italiane e campane, queste proposte di legge costituiscono un atto doveroso che si inserisce nell’azione politica che il nostro Gruppo sta portando avanti in Consiglio regionale e sul territorio per ripristinare un corretto ed equilibrato rapporto tra la politica e i cittadini – ha sottolineato Ronghi – A differenza della Giunta regionale, che si limita ad annunciare iniziative per il taglio delle spese pubbliche e che, anziché ridurre il numero delle società miste, come stabilito dal Consiglio regionale, le incrementa al fine di alimentare la rete delle clientele e delle consulenze che caratterizza il centrosinistra il Gruppo regionale federato MpA – Nuovo Psi mette in campo proposte di legge concrete ed efficaci per ridurre la spesa pubblica e i costi della politica: pochi articoli per realizzare importanti economie che potranno essere indirizzate a scopi di utilità sociale: per questo invitiamo tutte le forze politiche a sostenerle e ad approvarle”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here